Beccalossi: “Tanto di cappello a Mancini, la Lazio…”

Articolo di
16 dicembre 2015, 19:27
beccalossi

Evaristo Beccalossi – ex attaccante nerazzurro e attuale presidente del Lecco – è intervenuto ai microfoni di “Elle Radio” durante il programma “I laziali sono qua” per parlare della sfida di domenica sera fra Inter e Lazio a San Siro.

PERCORSO IMPORTANTE – «Mancini è tornato, ha preso in mano la situazione, ha sempre pensato positivo e a trovare la giusta quadratura coi giocatori che aveva a disposizione. Ha fatto un percorso importante, non è casuale che è lì perché sulla carta Juve Napoli e Roma sono le squadre più forti, mentre l’Inter ha cambiato 9 giocatori che vanno messi insieme e fatti crescere, mentre quelle tre hanno progetti già avviati. Nella Lazio si vede che i giocatori sono preoccupati di voler far bene e spendono tante energie a livello di testa e di fisico e così i risultati non vengono. La Lazio dovrebbe ritrovare quella serenità per giocare più tranquilli ed esprimere le qualità dei giocatori che ha».

LOTTA SCUDETTO – «Io ho grande rispetto di squadre che hanno costruito un progetto come Juve, Roma e Napoli. Inter e Fiorentina sono state brave perché si sono infilate in una situazione nuova, cambiare tanto in una squadra non è detto che serva a far bene, perché bisogna anche costruire. Nessuno avrebbe pensato che fossero lì a lottare in vetta, quindi massimo rispetto per la Juve che sta rientrando e van sempre tenute d’occhio Napoli e Roma perché hanno rose importanti, ma bisogna fare tanto di cappello a Sousa e Mancini».