Beccalossi: “Spalletti? Inter, tieni Pioli! A meno che arrivi…”

Articolo di
7 aprile 2017, 00:54
Evaristo Beccalossi

Evaristo Beccalossi – ex centrocampista dell’Inter -, ospite negli studi di “Calcio € Mercato” su Sportitalia, promuove Pioli sulla panchina nerazzurra, ma in realtà nei suoi sogni c’è un solo allenatore preferito al tecnico parmigiano

DA DE BOER A PIOLI – Non sembra voler cambiare guida tecnica Evaristo Beccalossi, a parte un’eccezione: «Ci si dimentica che all’Inter sono stati buttati via tre mesi (riferimento al periodo con Frank de Boer in panchina, ndr). Stefano Vecchi ha gestito due gare, poi Stefano Pioli ha ridato identità alla squadra: non era facile. Il lavoro di Pioli è positivo: rimettere in carreggiata l’Inter non era semplice. Adesso la società deve far tacere le voci sui possibili successori, l’unico nome che potrebbe far cambiare idea all’Inter è Antonio Conte, che è il top player (manager, ndr). Però, vincendo il campionato inglese, ho dubbi sul fatto che Conte vada via dal Chelsea».

SOLO CONTE SU PIOLI – «Ci sta continuare con Pioli perché ha dimostrato, con la media punti, di meritarlo. Trovo ingiuste le troppe voci: quando vinci sei un fenomeno e quando perdi no, noi interisti dobbiamo migliorare in questo. L’obiettivo dell’Inter è confermare Pioli se non si muove nient’altro, ma non mi aspettavo si parlasse di Luciano Spalletti… Per me Pioli rimane all’Inter, l’unica possibilità è se può arrivare Conte. Stimo Spalletti, ma o vai su Conte o continui con Pioli. Il problema del Fair Play Finanziario non esiste per l’Inter, il Suning Group appena arrivato ha già speso un sacco di milioni per la campagna acquisti, faranno in modo di eluderlo».







ALTRE NOTIZIE