Beccalossi: “L’Inter ti entra dentro, conta più dei risultati”

Articolo di
9 marzo 2018, 14:35
beccalossi

Tra i vari ex contattati dal Corriere della Sera per parlare dell’Inter in occasione del suo anniversario c’era anche Evaristo Beccalossi, definitosi un miracolato e dettosi felice per essere riuscito a lasciare un buon ricordo.

BUON RICORDO – «I migliori? Suarez e Corso. E Ronaldo, inimitabile: la prima volta che l’ho visto ha fatto tre finte e ho abboccato pure io. Per quel che mi riguarda ero un miracolato. Bevevo 8 caffè, fumavo 10 Marlboro. Il giorno di Juve-Inter vedo un titolo di giornale: “Platini-Beccalossi, la sfida”. Con un cognome così potevo mai sfidare Platini? Però la maglia dell’Inter conta più dei risultati, ti entra dentro. Lasciare un buon ricordo è ciò che gratifica di più».