Beccalossi: “Inter, allenatore italiano! Marcelino scelta Suning”

Articolo di
5 novembre 2016, 00:32
beccalossi

Evaristo Beccalossi, ospite fisso del programma di Rai Sport 1 “Zona 11 PM Mercato”, punta su un allenatore italiano (pur senza fare nomi) per sostituire Frank de Boer sulla panchina dell’Inter. Nel caso in cui dovesse però spuntarla Marcelino García Toral, a suo avviso, sarebbe un duro colpo per la parte italiana della dirigenza.

NO ALLO STRANIERO«Anche io mi schiero con un allenatore italiano, perché in un momento di difficoltà serve un allenatore che conosca il campionato italiano. Se loro stanno trattando per trovare l’allenatore vuol dire che lo spiraglio Diego Pablo Simeone non è sicuro, quindi devi trovare un allenatore anche per l’anno prossimo. Io vado avanti, se raggiungo l’accordo con Simeone tengo Stefano Vecchi e comincio a programmare la stagione prossima. La difficoltà è proprio lì, probabilmente non si ha un accordo e devi trovare un giusto compromesso con gli altri».

DIRIGENZA INDEFINITA«I proprietari hanno tirato fuori i soldi ma bisogna individuare chi è il referente per la situazione di squadra, allenatore e dirigenti, invece ci sono cinque-sei persone e non si sa chi è che decide. Se arrivasse Marcelino García Toral è chiaro che è il gruppo Suning che ha scelto, chi è vicino a Suning gli ha consigliato questo allenatore. Ci sta che scelgano loro, però poi ci sono anche altre persone che stanno operando in Italia. Secondo me in questo momento bisogna fare le cose semplici: un allenatore italiano che conosce bene la realtà. Prima si mettono a posto le cose meglio è, c’è il lavoro di campo e di squadra da fare, è una situazione difficilissima e anche ieri la squadra ha lottato, ma ci sono dei giocatori che non hanno reso. Bisogna andare a risolvere i problemi in campo, non è una situazione facile. C’è da capire chi è da Inter e chi non lo è, se fai investimenti importanti i risultati devono venire».