Beccalossi: “De Boer dia identità all’Inter, trovi l’assetto giusto”

Articolo di
10 settembre 2016, 00:02
beccalossi

Evaristo Beccalossi è stato uno degli ospiti collegati con “Tutti Convocati”, programma sportivo quotidiano in onda su “Radio24”. L’ex numero 10 nerazzurro ha analizzato la partenza negativa dell’Inter e si è affidato alle capacità di Frank de Boer per trovare le contromisure per cancellare i risultati negativi di agosto.

PUNTO DI SVOLTA«Credo che abbiamo un buonissimo gruppo di giocatori, adesso bisogna metterli insieme. Frank de Boer dalle difficoltà dovrà trovare il giusto equilibrio tattico, perché mi sembra che abbia tante scelte e un gruppo di giocatori competitivi. Bisogna dare un’identità a questa squadra e questo è il ruolo dell’allenatore. Nel calcio di oggi non puoi fare progetti a lunga distanza, c’è un ottimo gruppo di giocatori e bisogna trovare gli equilibri giusti perché ripeto che c’è un bell’imbarazzo di scelta in questo momento, anche se credo che la difficoltà maggiore sia metterli insieme a livello tattico per farli rendere al meglio. Quando c’erano i cambi a inizio stagione si proseguiva con ciò che c’era prima, poi conoscendo i giocatori si metteva del proprio. Magari in quella fase lì de Boer è arrivato ed è partito in modo diverso, mi ricordo la prima partita l’Inter tornata a tre quando era una vita che giocava a quattro, magari qualcuno doveva dargli una mano per fargli capire che il campionato italiano è diverso da altri, credo che ora vada in quella direzione. L’Inter deve avere la mentalità di lottare con Roma e Napoli, lasciamo fuori la Juventus che farà un campionato a sé, per arrivare in Champions League. Adesso bisogna correre, trovare l’assetto giusto per andare a fare risultato su tutti i campi. A Pescara occhio».

Facebooktwittergoogle_plusmail