Ausilio rimanda i 45 milioni di debito dell’Inter al futuro

Articolo di
28 luglio 2015, 18:06
ausilio

Il lavoro del DS Piero Ausilio con i paletti imposti dalla società non è propriamente dei più facili, ma il mercato in entrata dell’Inter direbbe altro. Interessante, dunque, l’analisi fatta dal portale “TuttoMercatoWeb” sulle mosse del DS nerazzurro

IL DEBITO FUTURO – E’ di circa 45 milioni di euro la cifra accumulata dall’Inter come debito futuro: un modo nuovo di fare mercato, che il Direttore Sportivo Piero Ausilio ha utilizzato per “aggirare” le limitazioni del Fair Play Finanziario. Tante le operazioni in entrata fatte, già a partire dalla passata stagione, con diritto o obbligo di riscatto e quindi pagamento negli anni a venire. Dopo aver riscattato Davide Santon dal Newcastle e Xherdan Shaqiri dal Bayern Monaco (in partenza, quindi il pagamento verrà fatto da una società terza), sono ancora molti i giocatori in “stand by“.

I GIOCATORI COINVOLTI – Tra le operazioni ancora in attesa di pagamento vanno ricordate quelle per: Dodò, 8 milioni alla Roma; Marcelo Brozovic, 5 milioni alla Dinamo Zagabria; Joao Miranda, 10 milioni all’Atletico Madrid; Stevan Jovetic, 12 milioni al Manchester City; e non va dimenticato Martin Montoya, 8 milioni al Barcellona in caso di riscatto. Si parla solo di pagamento dilazionato, infine, per l’acquisto di Geoffrey Kondogbia dal Monaco.