Arturi: “Il Napoli avrebbe vinto in tutti i casi, ma l’Inter…”

Articolo di
2 dicembre 2015, 00:27
arturi

Franco Arturi, giornalista della “Gazzetta dello Sport”, ospite della trasmissione “Prima Pagina” su Gazzetta TV fa il punto su Napoli-Inter, sottolineando i meriti della formazione di Sarri e la personalità dimostrata dalla squadra di Mancini una volta rimasta in dieci uomini

UNA SQUADRA NUOVA – «Secondo me l’Inter si è scoperta squadra importante tradendo se stessa, perché ieri giocando in dieci non somigliava per niente alla squadra compassata del solito. Percussioni palla al piede, diretta, sbrigativa e soprattutto con fiondate verticali palla al piede che in precedenza non aveva fatto quasi mai. Se l’Inter aggiunge questo al patrimonio di difesa, assetto ed equilibrio generale allora Mancini si divertirà molto. Ma prima voglio vedere se questo durerà».

ATTACCARE – «La partita è cambiata sul 2-0 quando il Napoli ha dato la partita per chiusa, mentre l’Inter è partita con Ljajic in un attacco all’arma bianca garibaldina. Per me il Napoli avrebbe vinto anche in undici contro undici all’85% e con ancora più gol. Sul 2-0 è stata tutta un’altra partita, che non si era vista prima».

ICARDI MALE – «Icardi per me è stato da quattro e mezzo. Ha giocato male in un’Inter che stava giocando male, comunque per me rimane un ottimo giocatore».

ARBITRAGGIO«Per quanto riguarda la prima ammonizione non entro nel merito, la seconda è stata giusta. Anche il diverso modo di argomentare è indicativo nel calcio, un allenatore sostiene che una cosa è scandalosa, l’altro invece sorvola dicendo che sono opinioni personali».