Antonelli: “L’Inter non rinforzi le dirette concorrenti. Icardi…”

Articolo di
6 agosto 2016, 08:25
Stefano Antonelli

Intervenuto a Sky Sport 24 l’ex direttore sportivo del Siena Stefano Antonelli ha risposto a una domanda sul possibile trasferimento di Mauro Icardi dal Napoli all’Inter: secondo lui i nerazzurri non dovrebbero cedere l’attaccante argentino in Italia, al massimo dovrebbero farlo all’estero.

I RISULTATI MEGLIO DEI SOLDI «Io ho una mia interpretazione particolare: dopo aver preso novanta milioni per Gonzalo Higuaín io non sarei così immediato nel rispenderli tutti, anche perché tutto può accadere e le sorprese sono dietro l’angolo nel calcio ma ancora per il prossimo anno tutte lottano per il secondo posto. Intanto è stato acquistato Arkadiusz Milik che è un signor giocatore ed è stato pagato trenta milioni, io andrei un po’ più cauto, prima di spendere sessanta-settanta milioni per Mauro Icardi, signor giocatore, ci penserei un attimo. Dall’altra l’Inter dice che può prendere quarantacinque milioni cash ma dovrebbe rimetterli subito sul mercato, la Juventus nel frattempo ha provveudto a indebolire Napoli e Roma, di conseguenza l’Inter rischia di giocarsi la seconda o la terza piazza, che vuol dire comunque Champions League e trenta-quaranta-cinquanta milioni. L’Inter non deve andare a rinforzare le concorrenti dirette, però non è detto che Icardi rimanga all’Inter: se l’Inter trova le parti economiche soddisfacenti per esempio in Premier League, dove magari può prendere cinquanta-cinquantacinque milioni, allora lì il discorso è diverso».

Facebooktwittergoogle_plusmail