Andrea Mancini: “Papà è maturato, ma la squadra deve…”

Articolo di
11 febbraio 2015, 18:35
Andrea Mancini

Dopo l’amichevole tra Inter e Haladas parla Andrea Mancini. Il figlio del tecnico nerazzurro, tesserato col club ungherese, ha avuto un parere positivo per la nuova avventura di suo padre sulla panchina nerazzurra.

L’amichevole Inter-Haladas di questo pomeriggio è stata anche l’occasione per un curioso derby della famiglia Mancini tra il tecnico nerazzurro Roberto e suo figlio Andrea, militante nel club ungherese ma con un passato nelle giovanili interiste proprio ai tempi del Mancini I tra 2004 e 2008. Il post partita è stato l’occasione per Mancini Jr. di dare le sue sensazioni sulla nuova esperienza del padre: “Papà è maturato rispetto alla sua prima esperienza all’Inter. Credo che la squadra possa fare bene, ma deve lavorare ancora per assimilare le sue idee”.

LA VITA UNGHERESE- Italia, Inghilterra, Spagna (una stagione nel Real Valladolid B) e dall’anno scorso l’Ungheria, prima con la maglia della storica Honved, da quest’anno con l’Halades. La vita di Andrea Mancini è cambiata radicalmente in questi ultimi due anni, ma l’attaccante italiano non si mostra pentito della sua scelta: “In Ungheria sto bene, la città in cui vivo adesso non è certo Budapest, ma mi trovo bene”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Cocco

Alessandro Cocco

Nato e cresciuto in Sardegna, vive attualmente a Roma dove studia storia moderna e contemporanea presso l'Università Sapienza. Tifa Inter fin da bambino, ma segue con attenzione anche il calcio estero dove le sue squadre "simpatia" sono Liverpool, Atletico Madrid ed Hercules Alicante (per l'unico motivo che ad Alicante ci ha vissuto un anno durante il suo erasmus). Scrive anche su bundesligapremier.it