Altobelli: “Inter da terzo posto, ma nel calcio può succedere…”

Articolo di
28 novembre 2015, 17:29
altobelli

Per festeggiare i 60 anni compiuti oggi, Alessandro “Spillo” Altobelli ha organizzato una partita amichevole fra ex compagni di squadra nell’Inter e nella nazionale italiana Campione del Mondo nel 1982. L’ex attaccante nerazzurro ne ha approfittato per ricordare alcuni anedotti legati all’Inter e per parlare della prossima partita contro il Napoli

IL GOL PIU’ IMPORTANTE – Intervistato dalla “Gazzetta dello Sport”, Spillo ribadisce il suo attaccamento ai colori nerazzurri e, alla domanda su quale rete consideri indimenticabile fra i tanti gol segnati, ribatte sicuro:
«Il più importante è quello del Mondiale, e guai se non fosse così:mica capita a tutti di segnare nella finale vinta ai Mondiali.
L’altro? Non uno, tre: la tripletta alla Juventus, Inter-Juve 4-0. E il quarto l’ho fatto fare io a Muraro

ICARDI – Riferendosi al presente, Altobelli si è poi soffermato sull’Inter, prima in campionato, concentrandosi sul suo collega di reparto, Mauro Icardi:
«E’ una squadra costruita bene, Mancio ha fatto un gran lavoro su fase difensiva e personalità. E siamo in testa. E magari miglioriamo anche.
Icardi mostra di avere problemi? Vorrei avere io i suoi problemi (sorride)… Mancini pretende molto da lui, ma lui andrebbe servito meglio. Se capita questo e se lui segue Mancio, beh, diverrà il centravanti numero 1 al mondo. Mauro ha numeri e qualità, la squadra lo deve aiutare a sprigionarle ancora.»

TERZO POSTO – Inevitabile infine un accenno alla partita di lunedì e alle prospettive dell’Inter in questo campionato:
«A inizio stagione dissi che quest’Inter era da terzo posto. Lo dico ancora, ma adesso mi dà più l’idea che si possa lottare anche per il titolo.
La partita con il Napoli? Si ricorda la Juve l’anno scorso? Ha vinto scudetto e Coppa Italia, è stata in finale di Champions. Però ha perso a Parma. Nel calcio succede di tutto, si ricordi… Di tutto.»