Adani: “Inter? In estate cambierei il tridente. Consigliai Telles”

Articolo di
24 febbraio 2018, 14:09
Daniele Adani

Daniele Adani è intervenuto durante la trasmissione radiofonica Deejay Football Club affrontando diversi argomenti tra cui Inter-Benevento di questa sera e il suo rifiuto a Roberto Mancini nel novembre 2014.

NUOVO ATTACCO – «Pentito di aver detto no a Mancini nel 2014 (al suo posto arrivò Sylvinho ndr)? No, perché ho creduto nel percorso che sto continuando a fare. Scelta definitiva? Non può essere definitiva nell’idea e nel cuore ma via via ci sarà da valutare le altre prospettive. In quel momento c’era un percorso avviato che mi apriva delle prospettive di crescita secondo me superiori, con Roberto siamo diventati più amici dopo quel rifiuto e ci sentiamo per dei consigli. Chiamato da Ausilio? Non mi ha chiamato quella volta ma lo fa quando deve chiedermi qualche consiglio per un giocatore. Avevo consigliato Alex Telles. Il Benevento? De Zerbi verrà qui a giocarsela, hanno dei mezzi e qualche possibilità anche se hanno cambiato tanti giocatori. Se l’Inter non vince oggi inizieranno a farsi delle domande? Già se le fanno. Come finirà? 2-1 per l’Inter, una sofferenza clamorosa perché il Benevento sappiamo com’è; è vivo. Troppi stranieri? L’Inter ha vinto tutto col solo Materazzi: parliamo di cuore, idee e valori, non di nazionalità. Borja Valero leader? Lui è un leader più tecnico, in campo. Icardi al Real Madrid? Il Real è abituato a giocatori di qualità assoluta, sarà difficilissimo sostituire Benzema che è un giocatore totale. Secondo me l’Inter potrebbe anche pensare di rinnovare tutto il tridente: Candreva è uno degli italiani che sente la causa ma non è detto che debba essere per forza partire titolare, in quella posizione servirebbe più un mancino. E potrebbe cambiare anche Icardi e Perisic visti i risultati delle ultime stagioni».