Icardi:”No al Real, Inter una grande squadra”

Articolo di
27 luglio 2015, 09:57
Icardi

Mauro Icardi è sempre più leader e figura centrale del mondo Inter. L’argentino ha rinnovato il contratto rifiutando le offerte di Real, Juve e Premier perchè crede nel progetto Inter e punta alla Champions.

DIVERSI NO – Mauro Icardi ha scelto di restare all’Inter rifiutando offerte importanti comprensive di Champions League. Non gli importa farlo sapere, ma il suo legame col mondo Inter è sempre più forte. I top club della Premie, il Real Madrid e pure la Juventus erano su di lui, che però ha scelto di rinnovare con l’Inter perchè crede nel progetto e tra un anno conta di essere in Champions vestito di nerazzurro.

TRA UN ANNO IN CHAMPIONS – Icardi in conferenza ha sottolineato il concetto: “Il Real mi ha cercato, è vero, ma io ho sempre detto che ero disponibile a rimanere all’Inter e sono felice di aver prolungato il contratto. L’ho fatto perchè sapevo che Thohir avrebbe costruito una grande squadra. Così è stato e qualcuno deve ancora arrivare. Staremo in penitenza senza coppe un anno perchè sento che tra dodici mesi in Champions ci arrivo con l’Inter”. Parole da leader.

ANCORA NIENTE GOL – Oggi si giocherà l’amichevole proprio col Real a Guangzhou, ultimo impengo di una tournée cinese che vede l’Inter ancora a zero gol: “Essere ancora senza gol qui in Cina non mi pesa. Stiamo lavorando duro, anche tatticamente, per l’inizio del campionato. Ora conta la forma, non il risultato”. Icardi è abituato a segnare ai top team, e al Real ha segnato un anno fa in amichevole con un cucchiaio dal dischetto.

RAPPORTO SALDO CON MANCINI – Dichiarazioni perfettamente allineate a quelle di Mancini, con cui il rapporto nel corso dei mesi si è cementato. L’avvio è stato difficile perchè Mancini vedeva Icardi troppo statico in area, quella che lui stesso definisce la sua tana. Icardi però ha capito che la critica era costruttiva e si è completato. Sono arrivati ripiegamenti, sponde e assist, senza però perdere il vizio del gol come dimostra il titolo di capocannoniere.

PERSONAGGIO PARTICOLARE – Sposare il nerazzurro a tutti i costi fa parte del personaggio così particolare, scrive la “Gazzetta dello Sport”. Eccentrico con telefonini (è arrivato ad averne quattro) e auto (Lamborghini, Rolls e Hummer dorata tra le altre), semplice e buono in famiglia. A ventidue anni è di fatto padre di quattro figli e fa di tutto per essere un genitore modello.

Facebooktwittergoogle_plusmail