Southampton-Inter: la probabile formazione dell’Inter di Vecchi

Articolo di
3 novembre 2016, 16:16
Vecchi

E’ in programma per stasera, alle ore 21.05, Southampton-Inter, partita valida per la 4a giornata del Gruppo K di Europa League. Dopo l’esonero di de Boer l’Inter, affidata ad interim a Vecchi, deve confermare il risultato dell’andata per salire a quota 6 punti, ma sarà fondamentale non perdere. Vediamo la probabile formazione dell’Inter di Vecchi

INDISPONIBILI – Il neo tecnico nerazzurro ad interim ha convocato ventiquattro giocatori, compresi quattro elementi inutilizzabili semplicemente per fare gruppo. Oltre allo squalificato Brozovic (partito con la squadra) e ai quattro big esclusi dalla Lista UEFA – Kondogbia, Joao Mario e “Gabigol” Barbosa in tribuna, Jovetic rimasto a Milano -, restano a casa in quattro: il portiere Radu; il centrale difensivo Yao con il terzino Miangue; e infine Palacio, fermatosi a inizio settimana per un acciacco.

MODULO – Il debuttante Vecchi è pronto a impostare la sua prima Inter sul sistema di gioco che contraddistingue il suo lavoro da anni: fiducia allo storico 4-4-1-1, che potrebbe evolvere a partita in corso nel più offensivo 4-2-3-1 in seguito alla spinta degli esterni di centrocampo, soprattutto se dovesse puntare almeno su un esterno principalmente alto (ad esempio Perisic) anziché un terzino adattato sulla linea mediana. Occhi puntati sul trequartista dietro l’unica punta: in assenza di seconde punte (a parte Eder, dato in panchina), sarà Banega a fungere da 10 assoluto.

DIFESA – Al pacchetto arretrato verrà chiesta solidità, pertanto spazio all’esperienza: Handanovic tra i pali; in mezzo spazio a Ranocchia sul centro-destra per sfruttare i suoi centimetri sulle palle alte, affiancato dal titolarissimo Miranda, mentre dovrebbe riposare Murillo, che nelle ultime uscite si è reso protagonista di troppi cali di concentrazione; sulle fasce la spinta dovrebbe arrivare dal solo Ansaldi, che potrebbe tornare a sinistra vincendo il ballottaggio con Nagatomo, invece D’Ambrosio, favorito su Santon, si candida per una maglia dall’inizio per dare copertura a destra.

CENTROCAMPO – Linea mediana folta, si torna alle origini come non si vedeva da tempo: in mezzo al campo spazio a Medel – ancora squalificato in campionato -, che verrà affiancato da uno tra Melo e Gnoukouri, anche in questo caso dovrebbe avere la meglio l’esperienza del brasiliano; sulle fasce verranno arretrati di qualche metro gli esterni offensivi di de Boer, quindi Candreva agirà a destra e Perisic a sinistra, remota l’ipotesi che prevede un terzino avanzato al posto del croato; a raccordo tra la linea mediana e l’attacco ci sarà Banega, unico trequartista alle spalle del centravanti.

ATTACCO – La formazione piuttosto abbottonata di Vecchi prevede l’unica punta, che sarà ovviamente il capitano Icardi. L’assenza delle altre punte costringe l’Inter ad avere una sola arma tattica offensiva in panchina, pertanto Eder verrà risparmiato dal primo minuto così come il velocista Biabiany.

FORMAZIONE – Ecco dunque il probabile undici titolare dell’Inter che affronterà il Southampton: Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Miranda, Ansaldi; Candreva, Medel, Melo, Perisic; Banega; Icardi.

SIPF

In panchina: Carrizo; Murillo, Santon, Nagatomo; Gnoukouri; Biabiany, Eder.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.