Pioli: “L’Inter quasi imbattibile, non possiamo sbagliare niente”

Articolo di
19 dicembre 2015, 13:38
Pioli

Il tecnico della Lazio Stefano Pioli ha parlato della sfida di domani contro l’Inter in conferenza stampa. L’allenatore ha sottolineato che per uscire con un risultato positivo da San Siro contro la capolista i suoi ragazzi dovranno fare una prestazione quasi perfetta.

DARE IL MASSIMO – «E’ facile aspettarsi una partita complicata. Giochiamo contro un avversario difficile che sembra imbattibile, forte e concreto. Bisognerà fare un’ottima prestazione. E’ vero che abbiamo giocato giovedì, ma la squadra ha recuperato, sanno che è l’ultimo sforzo dell’anno solare. Cercheremo di ottenere un risultato straordinario. C’è la speranza che domani si possa mettere in campo una grande prestazione, conosciamo il valore dei nostri avversari, ma vedo una squadra che ci vuole credere e poi giocare a San Siro gli darà un altro po’ di motivazione che non guasta mai. Bisognerà fare una partita completa e compatta, mantenendo un certo blocco di gioco. L’Inter ha vinto sfruttando tre errori dell’Udinese l’altra settimana. Dobbiamo giocare per forza a livelli alti».

FARE UNA PARTITA QUASI PERFETTA – «Tutte le nostre prossime partite saranno la classica ‘gara della svolta’. Sono contento per lo spirito e la qualità che giovedì i ragazzi hanno messo in campo. Domani dobbiamo dimostrare di poter fare qualcosa in più, facciamo la nostra partita. Domani uscire da San Siro con il risultato vuol dire fare una grande prestazione, quasi perfetta E’ una partita importante che ci può dare molto per il nostro futuro. Bisognerà stare svegli in campo. Il mio lavoro è motivare i miei ragazzi, il lavoro tecnico-tattico è stato ultimato oggi, lo spirito e la qualità però possono fare la differenza. I miei giocatori sanno che domani devono lasciare l’anima a San Siro».

GLI INFORTUNATI – «Basta non ha recuperato e non partirà con la squadra. Purtroppo stiamo accumulando un po’ di fatica e tensione, abbiamo tanti assenti. La sosta ci aiuterà a recuperare tutti, tranne Lulic, più lungo come rientro, e Kishna. Tutti i giocatori hanno dei momenti di condizione positiva, Matri adesso è in grande condizione, mentale e fisica, ed ora è lui l’attaccante che dà maggiore garanzia».