Mancini: “Il Barcellona vuole Kovacic? E io rispondo che…”

Articolo di
15 maggio 2015, 15:42

Il Derby d’Italia è alle porte e l’Inter si prepara a incontrare la Juventus domani a San Siro. Roberto Mancini, nella conferenza stampa di presentazione della partita, racconta la vigilia di questa sfida e le sue speranze per una qualificazione in Europa League, che fino a qualche settimana fa appariva difficilissima. Questa la prima parte delle sue dichiarazioni.

ASSENZE DI GUARIN E HERNANES – “Mi spiace che non ci siano domani, perché Hernanes era in buona condizione, aveva segnato dei gol importanti e stava giocando bene. Guarin è un giocatore importante per la squadra, ha un peso specifico importante e, in questo momento, conta.”

CRESCITA MENTALE – “Credo che la squadra stia migliorando perché, lavorando, si arriva al punto in cui si apprende cosa fare e come comportarsi. Più si lavora, più si arriva a migliorare. Così migliorano le prestazioni anche contro le squadre che stanno sopra di noi classifca, ma che non sono così superiori a noi.

JUVE CON LE RISERVE – “Sarà uno stimolo giocare contro una squadra in finale di Champions League? Domani sarà una partita difficile: quando una squadra è in finale, gioca sulle ali dell’entusiasmo. Non sarà semplice. Non conta il fatto che ci saranno giocatori che spesso sono in panchina: quelli che giocheranno, vorranno rendere di più per dimostrare di essere da Juve e noi dovremo essere bravi e attenti.”

SHAQIRI – “Se ho pensato a lui per sostituire Hernanes?  Se giocherà, spero faccia una grande partita. In queste ultime settimane si sta allenando meglio, la condizione è migliorata. Spero che, se toccherà a lui, faccia una grande partita.”

SFIDA CONTRO LA JUVE – “La Juventus ha meritato di vincere campionato e di stare in testa fino alla fine. Tanti complimenti per la stagione e per la finale. Se è lì è perché lo merita. Per quel che riguarda chi giocherà domani: quelli che scenderanno in campo, saranno più riposati e vorranno fare bella figura. Non penso sia semplice.”

QUALIFICAZIONE EL -“Domani è un’occasione per la zona Europa League? Sì, anche perché il campionato ormai è finito. Abbiamo due partite: Juventus e Genoa. L’ultima sarà l’ultima di campionato: quindi sapremo prima cosa hanno fatto le altre.”

DARDEL – “In Spagna assicurano che lo abbiamo acquistato? Non so. Non confermo: lo abbiamo seguito e lo seguiamo, come seguiamo altri giocatori. E’ un giovane centrocampista: ha buone qualità, ma non è vero che abbiamo chiuso.”

KOVACIC – “Il Barcellona ha ammesso di essere interessata a lui? Kovacic è un nostro giocatore che ha grandi qualità. Ultimamente sta crescendo e ha ancora margini di miglioramento enormi. Noi puntiamo su di lui e non possiamo vendere i nostri giocatori migliori.”

Questa la seconda parte delle dichiarazioni di Roberto Mancini