Inter “completa”, Mancini a Oslo senza Candreva e altri 2 – GdS

Articolo di
4 agosto 2016, 09:47
Mancini

Terminata la tournée americana e la conseguente tre giorni di riposo, l’Inter torna al lavoro godendo per la prima volta del gruppo completo, mercato permettendo: come riportato dalla “Gazzetta dello Sport” odierno, Mancini inizierà a lavorare sull’assetto tattico prestabilito forte dei nuovi “arrivi”, ma domani dovrà fare a meno di tre pedine importanti per i suoi equilibri tattici, tra cui l’ultimo arrivato Candreva

GRUPPO AL COMPLETO, QUASI – “Con un mese di inevitabile ritardo, l’Inter si mette davvero in moto. Il 4 luglio era cominciato ufficialmente il ritiro estivo, ma soltanto oggi alle 16.30 Roberto Mancini potrà guardare in faccia il gruppo al gran completo. Dopo due giorni e mezzo di libertà, seduta inevitabilmente leggera e partenza in charter per Oslo, dove domani alle 17.00 c’è il test contro il Tottenham. Cachet di 200 mila euro, parziale giustificazione di un altro impegno che spezzerà il vero lavoro sul campo. Il tutto in un’estate in cui tra preparazione a Riscone di Brunico senza un’intensità eccessiva, assenza dei nazionali e tour americano con una logistica non proprio ideale, si teme che la squadra non abbia fatto quel fondo che tanto servirà tra qualche mese”.

PROVE TATTICHE CON TRE ASSENZE – “Una lunga rincorsa dunque in vista dell’esordio in campionato, il 21 agosto in casa del ChievoVerona. Mancio intende al più presto iniziare le prove di 4­-2-­3-­1, il manifesto ideologico della nuova stagione, ma con possibilità di variare anche sul 4­-3-3, visto che Ever Banega è un trequartista atipico. Solo oggi il tecnico deciderà se portare a Oslo tutti i nazionali reduci dal lavoro in montagna con il vice Angelo Gregucci e la Primavera. Gli unici a rischio sono Eder e Gary Medel, quelli rientrati più tardi. Praticamente certa l’assenza di Antonio Candreva, che ieri ha firmato sino al 2020 e avrà il numero 87, ma il cui infortunio muscolare patito all’Europeo – pur smaltito – consiglia un graduale reinserimento in gruppo”.