I due possibili attacchi dell’Inter anti-Genoa: quale prevarrà?

Articolo di
5 dicembre 2015, 18:22
Mancini due

Poco più di due ore all’inizio di Inter-Genoa, poco meno per l’ufficializzazione delle formazioni che scenderanno in campo dal 1′. Ancora qualche dubbio nell’Inter, in particolare per quanto riguarda l’attacco: quale sceglierà Mancini? Tutto dipende da Icardi

SENZA ICARDI – La prima opzione, quella più probabile provando a interpretare il pensiero di Roberto Mancini dopo le parole di ieri in conferenza stampa, non prevede l’utilizzo di Mauro Icardi. Senza il capitano argentino, l’attacco nerazzurro si colorerebbe esclusivamente di viola, affidando il compito realizzativo all’ex coppia della Fiorentina: Adem Ljajic agirebbe a sostegno di Stevan Jovetic, sfruttato come “falso nove”. In caso di tridente offensivo (4-3-3), la terza maglia potrebbe essere dell’ex di turno, Rodrigo Palacio, andando a formare un ipotetico albero di Natale. In caso di poker offensivo (4-2-3-1), la scelta dovrebbe ricadere su Ivan Perisic, anche se le quotazioni del rapidissimo Jonathan Biabiany non sono da ignorare.

CON ICARDI – La seconda opzione, quella meno probabile, ma anche la più interessante dal punto di vista psicologico, prevede la conferma di Icardi al centro dell’attacco, nonostante la non ottima prestazione di Napoli. Con il capitano titolare, l’Inter potrebbe contare su un attacco sicuramente di peso: Ljajic continuerebbe a lavorare su una delle due fasce (probabilmente la sinistra, con Perisic in panchina e con Brozovic o Guarin in campo; la destra, in caso contrario), Jovetic tornerebbe a fare il rifinitore alle spalle dello stesso Icardi, che giocherebbe in area di rigore, ma dopo le parole di Mancini siamo certi che si muoverebbe ancora di più a tutto campo. Anche in questo caso non bisogna fossilizzarsi sul modulo: che sia 4-3-3 o 4-2-3-1 poco importa, visto che Mancini richiede un lavoro specifico ai suoi esterni offensivi.