Ausilio: “L’Inter prende solo top player e giovani! A sinistra…”

Articolo di
18 marzo 2017, 17:56
ausilio

Piero Ausilio – intervistato dai microfoni di “Premium Sport” – risponde alle solite domande sul mercato e spiega quali sono i progetti futuri dell’Inter: piena fiducia a Pioli, poi colpi importanti per migliorare una rosa già competitiva

AUSILIO IN AZIONE – Prima Piero Ausilio glissa sul mercato, poi fa il punto della situazione in maniera piuttosto chiara: «Mi sono complimentato con Urbano Cairo perché il Torino sta facendo un grandissimo lavoro negli ultimi anni, non abbiamo parlato di Andrea Belotti. A Monte Carlo per Kylian Mbappé? Sono andato a vedere una bella partita – come noi purtroppo non facciamo da anni – tra due belle squadre con tanti bravi giocatori».

TOP PLAYER E GIOVANI – «Ricardo Rodriguez a sinistra? Prima osservavo la panchina con Javier Zanetti, il livello dell’Inter si sta alzando. Oggi abbiamo avuto anche la bella notizia di Danilo D’Ambrosio convocato in Nazionale: è troppo sottovalutato dalla critica, ma non dagli addetti ai lavori. Stiamo guardando per un esterno sinistro, qualcosa faremo, ma migliorare il livello di questa squadra sta diventando difficile, fortunatamente! Per questo motivo inseriremo solo top player o giovani interessanti».

TUTTI CON PIOLI – «Stefano Pioli non piace solo ai tifosi, ma a tutto l’ambiente: Pioli piace anche a dirigenza e calciatori, con cui ha costruito un rapporto importante. Ancora non abbiamo fatto nulla, ma abbiamo buttato le basi per un progetto sempre più ambizioso e vincente. Il Suning Group ha migliorato la struttura manageriale dell’Inter: dà responsabilità al gruppo di lavoro, tutto dipende da una comunione d’intenti. L’Inter è migliorata nettamente attraverso il lavoro di Pioli, sia nei singoli sia nel collettivo, ma se c’è la possibilità di aggiungere qualcosa per migliorare ulteriormente lo faremo: serve solo un po’ di pazienza».

ICARDI (ANCORA NON) NAZIONALE – «Se Mauro Icardi non avesse fatto quella presenza con la Nazionale Argentina, sarebbe tornato utile per quella Italiana, ma Icardi si sente argentino. Sono convinto che presto arriverà la sua chance: Icardi fa parlare il campo e sono convinto che presto il CT Edgardo Bauza se ne accorgerà, noi intanto ce lo teniamo stretto a Milano».







ALTRE NOTIZIE