Strama: “Orgoglioso per la prestazione, il rigore non c’era…”

Articolo di
28 aprile 2015, 23:17
stramaccioni

Dopo la sconfitta contro l’Inter per 2-1 l’allenatore dell’Udinese Andrea Stramaccioni si è presentato davanti alla telecamere di “Sky” per rispondere alle domande dello studio e analizzare la prestazione dei suoi ragazzi, usciti a testa alta giocando in 9 contro 11 per buona parte del secondo tempo.

CONTENTO PER LA PRESTAZIONE – “Al termine della partita ho fatto i complimenti ai miei giocatori perché, anche se abbiamo perso, abbiamo giocato con grinta mostrando organizzazione di gioco; questa prestazione fa il paio con quella tirata fuori con il Milan nell’ultimo turno. Sapevo che negli ultimi minuti avremmo creato qualche occasione ma siamo stati sfortunati a livello di episodi. La squadra non deve buttarsi giù perché siamo usciti tra gli applausi del nostro pubblico, anche nella sconfitta si possono trovare delle motivazioni positive e adesso giriamo pagina e continuiamo così. Siamo una squadra giovane che lavora per portare a termine un progetto”.

L’ARBITRAGGIO – “Per me non era rigore perché il tiro di Kovacic va fuori e Danilo lo travolge dopo; con l’arbitro mi sono lamentato per il rosso a Badu perché il ragazzo ha sicuramente sbagliato ma alla fine Rocchi avrebbe potuto richiamarlo e basta considerando l’espulsione di Domizzi e lo stato in cui si trovava la squadra in quel momento”.

STANKOVIC ALL’INTER – “Io penso che Deki stia facendo un grande lavoro, mi sta aiutando tantissimo e siamo una coppia affiatata dentro e fuori, credo che sia un valore aggiunto e un patrimonio per l’Udinese anche se ha il cuore nerazzurro e magari tra cinque o sei anni lo libero (ride).