Spalletti: “Inter meritava il pari, grazie Szczesny! Il palo…”

Articolo di
2 ottobre 2016, 23:46
spalletti

Luciano Spalletti – allenatore della Roma -, intervistato da microfoni di “Rai Sport” durante la diretta della “Domenica sportiva” su Rai 2, sottolinea i meriti dell’Inter e gli errori della Roma, premiata nel finale grazie a una grande reazione

MOSSA VINCENTE – Soddisfatto per la vittoria della Roma, Luciano Spalletti è anche critico con i suoi: «Dzeko al posto di Nainggolan? Tento sempre di mettere in campo la formazione migliore per vincere, non scelgo i giocatori per simpatia. A volte si indovina e altre volte si sbaglia, facendo attenzione alle indicazioni settimanali. Sull’1-0 ci è capitato più volte di chiudere la partita e non ci siamo riusciti, poi abbiamo fatto gestire il gioco all’Inter anche quando non dovevamo: ci hanno fatto faticare, abbiamo sofferto in fase difensiva e ci hanno fatto penare nella gestione palla. Non era facile segnare dopo aver subito la mazzata del pareggio, però ci siamo riusciti».

SOFFERENZA ROMA – «Una grande squadra come l’Inter non ha pareggiato prima solo per casualità, noi abbiamo avuto delle ripartenze importanti, ma potremmo averne sempre di più se ci fosse un palleggio migliore. L’Inter è venuta spesso a prendere la palla e ci ha lasciato spazio, ma se non giochi bene la palla non ottieni nessun guadagno: potevamo far faticare di più l’Inter, invece l’abbiamo lasciata tranquilla nel gestire la palla e noi abbiamo sprecato troppa energia».

SINGOLI FANNO DIFFERENZA – «Salah è un giocatore che fa la differenza in contropiede, ma se non ottieni vantaggio dalle sue giocate offensive soffri, perché dietro poi non aiuta. Dobbiamo ringraziare un grande Szczesny che ci ha salvato in più occasioni. Candreva è il calciatore che fa più cross in tutto il campionato e li piazza anche bene, Icardi da centravanti fa un gran lavoro come Dzeko, che oggi ha fatto benissimo».

INTER DOMINANTE – «Abbiamo preparato la partita sul fatto che l’Inter venisse ad attaccarci: giocano così e lo fanno anche bene, noi però siamo stati troppo timorosi, soprattutto dopo il palo di Banega, che ci ha messo paura. L’Inter ha comandato il gioco e si è meritata il pareggio, perché quando sbagli troppe occasioni è così. Noi la partita l’abbiamo preparata, ma non siamo riusciti a farla».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.