Sarri a Sky: “Inter messa sotto per 90′, supremazia evidente”

Articolo di
21 ottobre 2017, 23:44
sarri

Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha parlato a Sky Sport dopo lo 0-0 casalingo ottenuto dai suoi ragazzi contro l’Inter; primo pareggio in campionato per gli azzurri che avevano vinto le prime otto partite.

«Abbiamo trovato una squadra forte che si è difesa bene. Handanovic non lo scopriamo ora, oggi ha fatto il fenomeno ma mi sembra che lo faccia abbastanza spesso. Abbiamo fatto un’ottima partita, abbiamo messo sotto un’ottima squadra per 90 minuti. Stasera non siamo riusciti a concretizzare una supremazia che è stata abbastanza evidente, qualche piccola responsabilità nostra per come ci siamo mossi dentro l’area c’è ma meriti anche ad Handanovic. C’è stato il 75% di supremazia territoriale da parte nostra, siamo rimasti costantemente dentro la loro metà campo, contro una squadra di gamba tecnica come l’Inter c’era il rischio di prendere ripartenze e per questo ho cambiato i due interni di centrocampo perché volevo subito grande pressione sulla palla persa per sporcare i loro tentativi di ripartenza, cosa che abbiamo fatto molto bene nel primo tempo e quando siamo calati nella ripresa ho cambiato le due mezzali. Spalletti dice che singolarmente le rose di Inter e Napoli sono quasi alla pari? Io penso che l’Inter è una delle favorite per questo campionato. È una squadra forte e lo era già l’anno scorso anche se non è riuscita a esprimere questo potenziale ma ora Luciano sembra aver messo a posto la situazione e i giocatori sono di alto livello. Hanno fatto 2-3 innesti ottimi durante l’estate perché Vecino è sicuramente un giocatore di altissimo livello e Borja Valero è un giocatore che magari nelle partite di sofferenza come stasera si può vedere meno però è anche lui di alto livello e poi ha preso due esterni come Dalbert e Cancelo che sono giovani ma possono diventare importanti. E’ chiaro che questa è una squadra che può essere competitiva per altissimi livelli, non avevo dubbi neanche prima della partita e anche per questo sono molto contento di quello che ho visto dalla mia squadra stasera».