Sarri a MP: “Inter molto solida, ma noi grande partita”

Articolo di
21 ottobre 2017, 23:39
Maurizio Sarri Napoli

La corsa del Napoli a punteggio pieno si è fermata al San Paolo contro un’ottima Inter, capace di strappare un punto ai partenopei che restano comunque in vetta alla classifica. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium mostrandosi comunque soddisfatto per la prestazione dei suoi

GRANDE PARTITA DEL NAPOLI- “Handanovic è un portiere di livello straordinario, in questo momento penso il più forte d’Europa e del Mondo. E’ la normalità che faccia una grande partita, ha fatto interventi straordinari. Abbiamo trovato davanti una squadra solida ma sono soddisfatto, il primo tempo straordinario per pressione, abbiamo cercato di cambiare i centrocampisti nel secondo tempo per vedere se eravamo in grado di protrarre questa pressione e abbiamo fatto bene, fare il 75% di supremazia territoriale, senza concedere tanto ad avversari di grande livello, è fare una grande partita”.

INSIGNE- “Ieri ha fatto un po’ di allenamento e stamattina si è allenato con la squadra, non sentiva più dolore e quindi abbiamo deciso di rischiarlo anche se sinceramente lo staff medico mi diceva che non rischiavamo quasi niente”.

I CORI OFFENSIVI- “Io mi arrabbio perché ci sono delle forme di razzismo a cui tutti fanno attenzione e se a noi ci dicono terroni o bruciali col fuoco mi pare ci sia meno sensibilità e mi da fastidio, poi non so se ci saranno provvedimenti, ma almeno un richiamo al pubblico era da fare”.

SCELTE NON PIACIUTE- “Se devo pensare alla partita di stasera ci sono state due o tre occasioni in cui abbiamo riempito poco l’area, ho visto delle scelte che non mi sono piaciute come un tiro di un giocatore che non ha passato al compagno, con più lucidità potevamo venire a capo di una partita che con più lucidità poteva essere sbloccata”.

MEGLIO RISPETTO A MANCHESTER- “Io vedo nella mia squadra più motivazioni in campionato rispetto che in Europa. Stasera abbiamo fatto una grande partita per 90 minuti a Manchester l’abbiamo fatto per 55, ho visto qualcosa di meglio stasera. Il Manchester è di una levatura tecnica e tattica straordinaria, ci può stare di andare in difficoltà. La mia sensazione è questa, chiaro che l’Europa qualcosa ci toglie, ma alla fine stiamo facendo la Champions, è bellissimo farla, pagheremo quello che dobbiamo pagare. Stasera non ho visto la squadra in difficoltà dal punto di vista fisico”.

CHAMPIONS SNOBBATA?- “Io posso intervenire quanto voglio ma se nell’incoscio di una persona scattano certe molle non è facile intervenire. Rispetto alla partita in Ucraina abbiamo fatto due buone partite e questo può essere un segnale che la situazione sta cambiando, ma se nella nostra testa c’è la sensazione che siamo più competitivi in Italia è difficile cambiare, spero non sia così, ma in Champions non abbiamo tante possibilità di andare in fondo, ma è importante fare un buon torneo”.

DUE PUNTI PERSI- “A livello di svolgimento della gara, di predominio, di palle gol, sono due punti persi. Però bisogna restare lucidi, pensare alla prestazione, la squadra ha fatto un’ottima prestazione e se continua su questi livelli le squadre che faranno punti qui saranno poche”.

IL MINISTRO SPALLETTI- “A vederlo così se io sono ministro dell’economia lui è quello della difesa (ride ndr.)”.