Santon a IC: “Ho dato tutto, non volevo l’Inter in 10! De Boer…”

Articolo di
18 settembre 2016, 21:06
Santon

Davide Santon – intervistato dai microfoni di “Inter Channel” al termine di Inter-Juventus – commenta soddisfatto sia la vittoria della squadra sia la sua prestazione, terminata anzitempo dopo aver richiesto il cambio in seguito a un fastidioso crampo

MAI MOLLARE – Protagonista negativo nella mancata marcatura in occasione dello svantaggio nerazzurro, Davide Santon in fin dei conti ha giocato una partita fatta di molta intensità: «Ho dato tutto me stesso e alla fine mi è venuto un crampo al polpaccio, ma non volevo lasciare la squadra in dieci e ho chiesto il cambio. Stasera si è vista la vera Inter, con cattiveria, abbiamo visto che anche la Juventus sotto pressione va in difficoltà. E’ stata un’estate difficile per me, anche mentalmente, a parte il trasferimento. Poi un po’ il ginocchio, ma quello che ho fatto è stato non mollare. Ho dato tutto e mi sono allenato con grande intensità, sempre pronto a dar tutto e continuerò a farlo. Battere la Juventus è importantissimo, anche perché dopo la brutta partita di giovedì era importante far bene stasera, ci siamo riusciti anche grazie ai nostri tifosi. Frank de Boer ci ha aiutato tanto, l’abbiamo preparata bene e si sono visti i risultati. Complimenti a tutta la squadra, ma mercoledì c’è un’altra partita e dobbiamo pensarci».