PSG-Inter le pagelle: Bonazzoli il migliore, Icardi divora

Articolo di
30 dicembre 2014, 22:43
bonazzoli

Handanovic 6,5: protagonista di qualche buona parata da Batman: fino a quando resta in campo il punteggio è di 0 a 0 e il merito è soprattutto suo. Non perde l’allenamento durante la sosta.

[Dal 47′ Carrizo 5: Stasera i rinvii proprio non gli piacciono, anche se si fa in parte perdonare con una bella finta su Ibra. Incolpevole sul gol.]

D’Ambrosio 6: qualche piccolo errore in fase di impostazione, ma per il resto preciso come terzino destro. Si sta pian piano imponendo come titolare in quel ruolo.

[Dal 48′ Camara 6 – Cerca di mettere la sua velocità al servizio della squadra, ma per stasera il binomio non si compie. Voglioso di mettersi in mostra, ma la differenza con gli adulti si sente.]

Ranocchia 6,5: Praticamente invisibile per tutta la prima frazione di gioco, riesce a presidiare la zona di Ibra, arginandolo senza interventi particolarmente importanti. Si comporta da leader e stasera la sua prestazione è positiva.

[Dal 46′ Vidic 5,5 – Non si vede molto, ma non appena Lucas fa una mezza finta incorre in una brutta figura cadendo per terra. Nel finale tenta di pareggiare di testa ma non è pericoloso.]

Andreolli 6: Solita prestazione ordinata e precisa, quando viene chiamato in causa risponde sempre presente, pur senza eccedere nell’estro. E’ quello con il maggior minutaggio stasera e non è un caso.

[Dal 75′ Palazzi 6 – Buon ingresso per il giovane centrocampista: lotta in mezzo, tentando di capirci qualcosa nel possesso palla avversario. In una delle ultime azioni del match spaventa il PSG con un tiro potente.]

Juan Jesus 6: Interpreta il ruolo di terzino sinistro senza particolari errori e segnalandosi per la solita fisicità, indelebile marchio di fabbrica. Buona copertura di esterno con una diagonale precisa.

[Dal 46′ Dodò 5,5 – Per uno strano motivo, quando gioca lui, i gol arrivano sempre dalla sua parte. Offensivamente tenta qualche buono spunto, ma dov’era quando il PSG sfondava sulla destra?]

M’Vila 6: Padrone di casa in un Marocco bleu, intruso tra i nerazzurri: ad essere francesi sono gli avversari. Inizia a far vedere la qualità per cui l’Inter lo ha preso, ma il deficit in velocità che lo contraddistingue pesa nelle chiusure.

[Dal 59′ Jonathan 6 – Non si vede praticamente mai fino al 77′ in cui parte per la prima percussione, comunque poco pericolosa. Per stasera ci accontentiamo di rivederlo in campo.]

Kuzmanovic 6: da mediano nel 4-2-3-1 deve limitarsi ad uno spazio di gioco ridotto, mentre probabilmente sono gli inserimenti a renderlo utile alla squadra. Rischia la frittata a metà tempo, ma l’Inter si salva.

[Dal 46′ Khrin 6 – A centrocampo cerca di farsi valere e a volte riesce ad uscire vincitore contro i transalpini. Si segnala in negativo nella mancata copertura del gol avversario.]

Bonazzoli 7 Man of the match: il ragazzo si farà. Fin dal primo momento gioca come chi vuole esplodere, non tira indietro la gamba neanche per sbaglio e lotta come un leone. E deve ancora farci vedere i colpi della casa.

[Dal 59′ Mbaye 5 – Colpevolmente schierato nel tridente dietro la punta, Mbaye si perde nelle lacune della sua tecnica. Perde spesso palla con troppa facilità: ci faccia vedere le sue qualità.]

Kovacic 6,5: si accende e spegne in base ai ritmi che assume il match. Non replica il gran colpo contro la Lazio, ma la sensazione è che sia l’unico ad avere il cambio di passo in casa Inter. Regala qualche buon assist, soprattutto a Icardi che spreca.

[Dal 46′ Obi 6 – Tenta qualche buona azione, ma viene controllato agevolmente dagli avversari. Ha l’onore di avere la fascia di capitano sul braccio.]

Hernanes 5,5: l’ala non è proprio il suo ruolo, ma lotta cercando di dare il suo contributo alla squadra, in attesa del mercato. I piedi sono ottimi, ma in quel ruolo lo sprint è fondamentale e non è il pezzo forte del brasiliano.

[Dal 49′ Donkor 6,5 – Premiato con mezzo punto in più per la voglia di lottare. Fin dai primi palloni toccati fa valere la sua fisicità contro i forti avversari ed è forse l’unico che di fronte a Lucas Moura non sfigura totalmente. Migliora.]

Icardi 5: stasera Maurito stecca nettamente. In avanti aiuta poco la squadra nella manovra e in area di rigore è estremamente impreciso, divorando due gol che sarebbero stati decisivi. Meglio stasera che contro la Juve.

[Dal 46′ Puscas 5,5 – Sembra essere il meno pronto del tridente offensivo della Primavera. La tecnica non è eccelsa e in campo non riesce a farsi valere contro i più grandi. Diamogli un pò di tempo.]

Mancini 5,5: un’amichevole non è la finale di Champions, però forse eccede nelle sostituzioni, schierando un’Inter a dir poco sperimentale nella seconda parte del match. La posizione di Mbaye, troppo avanzata, non è per nulla gradevole. Juan terzino bloccato può, invece, essere un’opzione anche per il futuro.

PSG (4-2-3-1): Douchez 6; van der Wiel 6,5 (dal 73′ Maxwell 6), Aurier 6 (dal 49′ Marquinhos 6), Camara 6 (dal 61′ Kimmakon 5,5), Digne 6,5; Chantome 6 (dal 89′ Kimpembe sv) , Verratti 6,5 (dall’85’ Martin sv); Matuidi 6, Cabaye 7 (dal 61′ Lucas 7), Rabiot 6,5; Ibrahimovic 6,5.
All. Laurent Blanc 6,5

Facebooktwittergoogle_plusmail