Pagelle Southampton-Inter: Handa show, Nagatomo horror

Articolo di
3 novembre 2016, 23:34
handanovic

L’Inter cade in Europa League contro il Southampton. Gli inglesi rimontano la rete di Icardi nel secondo tempo: la gara finisce con il punteggio di 2-1. Analizziamo la partita con le pagelle

HANDANOVIC 7: Para tutto quello che arriva dalle sue parti, ma non basta per portare punti fondamentali a Milano. Neutralizza il rigore, ma si deve arrendere nella ripresa.

D’AMBROSIO 5,5: Cerca di essere ordinato in difesa, ma nel secondo tempo sbanda. E’ sua la deviazione che elude tutta la difesa nel 2-1. In attacco è impreciso sia nei  movimenti che nei passaggi.

RANOCCHIA 6: Sfrutta male il fisico in uscita e sui calci d’angolo e quando lo puntano sono dolori. Mantiene la posizione recuperando qualche buon pallone, ma nell’uno contro uno non chiude mai l’avversario.

MIRANDA 5,5: Sbanda anche lui contro gli attacchi del Southampton. Sbaglia molto ad inizio azione, ma anche in alcune chiusure decisamente alla sua portata.

NAGATOMO 5: Sbaglia molto durante tutta la partita. In attacco, non riesce a costruire gioco e si sovrappone poco e male. In difesa firma il disastro che regala il 2-1 al Southampton.

CANDREVA 5,5: La sua gara è a due volti. La discesa sulla destra è decisiva per il provvisorio 0-1. Svolge molto bene la fase difensiva, ma offensivamente si vede poco e si rende autore di un brutto gesto in occasione del rigore avversario.

BIABIANY SV: Si rivede in campo dopo molte gare, ma non tocca praticamente nessun pallone.

MEDEL 6,5: Si rivede nelle sue vesti preferite, da interditore puro. E’ un moto continuo nel cuore del centrocampo e recupera molti palloni. Bene anche in impostazione, dove cerca di velocizzare la manovra.

EDER 5,5: Entra a gara già compromessa e non incide sulla partita. Un assist mancato da Candreva, poi poco altro.

GNOUKOURI 5: Si sacrifica molto nel primo tempo, ma non ha la grinta necessaria in un match così importante. Tocca pochi palloni, ne recupera ancora meno: prestazione assolutamente negativa.

MELO SV: Entra solo nei minuti finali, non lasciando il segno nel 2-1 finale.

PERISIC 5,5: Svolge bene la fase difensiva, ma senza lasciare il segno. Nelle ripartenze cerca di mettersi in mostra, ma non fa la differenza. Dovrebbe essere più cattivo nel liberare l’area di rigore.

BANEGA 6
: Cerca di giocare ogni pallone con estrema qualità, ma incide sul match solo a tratti. Dovrebbe far correre la sfera con grande velocità: non lascia il segno sulla gara.

ICARDI 7: E’ lui il punto di riferimento tecnico della squadra. Implacabile, realizza un gran gol di mancino che sblocca la gara, ma poi l’Inter si fa rimontare. Corre in ogni angolo del campo per aiutare la squadra.

VECCHI 6: Mette bene l’Inter in campo per giocare una partita difensiva in Inghilterra. Riceve buone risposte nel primo tempo, ma nella ripresa la difesa crolla tecnicamente e mentalmente. Non può avere colpe.

SOUTHAMPTON: Forster 6, Martina 5,5, Yoshida 6,5, Van Dijk 7,5, McQueen 6,5, Hojbjerg 6,5, Romeu 6, Ward-Prowse 6,5, Tadic 5 (Davis 6), Rodriguez 5 (Austin 6), Redmond 6. All. Puel 6

 

 

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.