Pagelle Sampdoria-Inter: Icardi 100+3, Cancelo magico. Torna Perisic

Articolo di
18 marzo 2018, 14:44
Mauro Icardi Inter-Atalanta

L’Inter ha superato la Sampdoria con una grande prestazione in trasferta. I nerazzurri hanno vinto con il punteggio di 0-5; pochi errori e tante note liete nelle fila della Beneamata. Analizziamo la prestazione odierna con le pagelle

HANDANOVIC 6: Appare un po’ distratto in un paio di occasioni. Non è quasi mai chiamato in causa dai blucerchiati.

CANCELO 7,5: E’ un assoluto faro nella costruzione della manovra. Imposta alla grande sulla destra, permettendo all’Inter di sfornare occasioni. Il suo piede destro sforna traiettorie magiche.

SKRINIAR 6,5: Oggi ha poco da fare, ma è concentrato e costante nel corso di tutta la gara.

MIRANDA 6: Qualche errore in impostazione è immancabile, ma chiude puntualmente sugli avversari, contenendo anche Zapata.

D’AMBROSIO 6: Fa il suo dovere e sbaglia poco, nonostante la tecnica non sia sopraffina. Si sta adattando al ruolo di terzino sinistro.

GAGLIARDINI 7: Si conferma dopo la buona prova contro il Napoli. Imposta bene e dimostra le sue qualità tecniche; perfetto da diga, non perde un contrasto e muove il pressing in maniera eccellente.

BROZOVIC 7: Ottima prova da mediano. Sbaglia pochissimo e appare concentrato su ogni pallone, dimostrando grande abnegazione. Tecnicamente non si discute.

CANDREVA 6,5: Gli manca solo il gol. Gioca la sfera con grande qualità, aiutando la squadra in impostazione e sulla trequarti.

VECINO SV: Entra a partita già ampiamente decisa.

RAFINHA 7,5: Orchestra ogni azione dell’Inter con qualità eccelsa. Può crescere ulteriormente nella concretezza sotto porta.

BORJA VALERO SV: Entra sullo 0-5. Sbaglia qualche scelta, ma la gara è decisa.

PERISIC 7: Fa rivedere sprazzi del miglior Perisic. Sblocca la gara con un gol stupendo, poi corre in fascia e permette a Icardi di segnare una grande rete. Ancora qualche errore di distrazione da correggere.

ICARDI 8: Torna al gol e lo fa alla grande con uno straordinario poker. Può crescere nella costruzione manovra, ma conferma le sue caratteristiche da bomber letale.

EDER 6: Spalletti gli concede trenta minuti, ma lui non brilla particolarmente.

SPALLETTI 8: Il discorso alla squadra ha sortito i suoi frutti. Schianta la Sampdoria attaccandola sul suo punto debole: gli esterni. Grande gestione tecnica e psicologica dei suoi uomini.

 







ALTRE NOTIZIE