Pagelle Roma-Inter: Banega illumina e segna, Murillo assente

Articolo di
2 ottobre 2016, 23:06
banega

L’Inter perde in casa della Roma con il punteggio di 2-1. Tra i nerazzurri ottima prova di Ever Banega che riesce a gestire bene la sfera a centrocampo e poi realizza il gol del momentaneo pareggio. Male, invece, Jeison Murillo e in generale la fase difensiva della squadra. Analizziamo il match con le pagelle

HANDANOVIC 6,5: Non può nulla sulle due reti della Roma, miste tra fortuna e errori difensivi. Nei minuti finali dimostra tutta la sua bravura neutralizzando un gran colpo di testa di Dzeko. Nel primo tempo annulla Salah tutto solo davanti la sua porta.

ANSALDI 5,5: Il suo rientro sarà fondamentale per l’Inter, ma non è ancora al meglio. Sbaglia tanti palloni e combinazioni, ma mette al centro qualche palla interessante. Può crescere molto.

NAGATOMO 6: Le ingenuità non mancano, ma questa sera entra bene in partita con la sua velocità. Non si segnalano errori evidenti: cerca di spingere, ma non fa male alla Roma.

MIRANDA 6: La sua presenza è fondamentale, ma questa sera non riesce praticamente mai a prendere Dzeko. In attacco sfiora il gol di testa: croce e delizia.

MURILLO 5: Non è facile marcare Salah a quella velocità, ma lui non si aiuta con il posizionamento. Si ricordano tanti errori e pochi interventi decisivi durante tutto il match. Male anche in marcatura.

SANTON 5,5: Quando Salah lo punta va in grande difficoltà, ma riesce a gestire bene molti palloni in fase di impostazione. Cresce sulla fascia destra, ma non basta.

MEDEL 6: Da lui non ci si aspetta palloni geniali a centrocampo, ma tanta quantità. Copre bene la sua zona e azzarda anche qualche lancio.

JOAO MARIO 6: Non è al meglio della condizione e deve abdicare dopo 60′. Ogni volta che tocca palla la sua qualità si fa sentire enormemente, ma questa sera gli spunti decisivi sono ben pochi.

GNOUKOURI 5,5: Gara dal doppio volto per Gnoukouri. Entra bene in partita dal punto di vista del gioco a centrocampo, poi, però, sbaglia nei momenti decisivi. Deve migliorare molto nelle conclusioni.

CANDREVA 5,5: Questa sera non riesce a far male ad una Roma che sbanda dietro. Spreca un paio di ottime occasioni da gol ed è monotematico nelle azioni offensive: solo cross facilmente gestibili per Manolas e compagni.

JOVETIC 5,5: Il suo peso offensivo si fa sentire accanto a Icardi, ma regala la punizione del 2-1 alla Roma. Deve crescere e convincere quando de Boer lo schiera se vuole risalire le gerarchie.

BANEGA 7: E’ lui la luce dell’Inter in una gara storta. Gestisce ottimi palloni a centrocampo e semina avversari, poi segna una grande rete per l’1-1 provvisorio. Cala solo nel finale, ma la sua gara è positiva.

PERISIC 6: Sembra poter spaccare in due la difesa della Roma, ma manca praticamente sempre il passaggio decisivo nei momenti cruciali. Deve crescere in continuità nelle azioni offensive e sbagliare meno scelte.

ICARDI 6: Questa sera la sua presenza si fa sentire poco sia nel gioco della squadra sia all’Inter dell’area di rigore. La combinazione con Banega per l’1-1, però, è di gran classe e livello, salvando una prestazione altrimenti insufficiente.

DE BOER 5,5: La sua volontà di dominare la gara si vede nel modo di giocare della squadra, ma deve creare maggiori combinazioni offensive. Male la difesa che si presta con troppa facilità ai contropiedi di qualsiasi avversario: così la Roma va a nozze in una partita comunque decisa dagli episodi.

ROMA: Szczesny 7, Bruno Peres 6,5, Manolas 7,5, Fazio 6,5, Juan Jesus 6, De Rossi 6, Strootman 6, Salah 6,5 (El Shaarawy 5,5), Florenzi 6 (Nainggolan SV), Perotti 6,5 (Paredes SV), Dzeko 7,5. All. Spalletti 6,5

 

 

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.