Pagelle Inter-Southampton: Candreva gol, Handa miracoloso

Articolo di
20 ottobre 2016, 21:33
handanovic

L’Inter batte il Southampton in Europa League, rimediando parzialmente a un pessimo inizio nella competizione. I nerazzurri vincono di misura e tra mille sofferenze: decisivi Handanovic e Candreva nel risultato finale. Analizziamo la partita con le pagelle

HANDANOVIC 7,5: E’ lui l’uomo copertina nella serata in cui l’Inter torna alla vittoria. Neutralizza qualsiasi pallone arrivi dalle sue parti, risultando a tratti mostruoso. Se il risultato è rimasto sull’1-0 è soprattutto merito suo.

NAGATOMO 6: Torna in campo e non compie errori particolarmente evidenti sulla fascia destra. Non si apprezza in fase di spinta, ma salva un gol sulla linea. Sbaglia tanto nella costruzione del gioco.

D’AMBROSIO: Torna in campo, ma solo nei minuti di recupero.

MIRANDA 7: Parte male con un paio di errori clamorosi, poi sale in cattedra per tutta la partita. A tratti dà la sensazione di poter coprire qualsiasi pallone, neutralizzando anche i buchi lasciati dai compagni.

MURILLO 6: Migliora rispetto alle ultime prestazioni disastrose, ma non è ancora il muro dello scorso anno. Sbaglia molto e non sembra tranquillo: deve ritrovare serenità.

SANTON 6,5: E’ cresciuto molto sotto il profilo mentale e fisico. Nel primo tempo, va in difficoltà contro Tadic, ma nella ripresa sale in cattedra, servendo anche un ottimo assist a Candreva.

GNOUKOURI 5: Nel primo tempo, soffre tantissimo l’agonismo e la tecnica degli avversari. Non vede praticamente mai il pallone, mentre nella ripresa sembra più attivo. Fa comunque poco.

MEDEL 6: Quando si tratta di difendere, si trova sempre a suo agio. Cerca di chiudere su tutti gli avversari con risultati alterni. Risulta estremamente prezioso, pur con qualche limite nella manovra.

BROZOVIC 5: Macchia il suo ritorno con un’espulsione che poteva costare tantissimo. Cerca di entrare al centro del gioco, ma manca in continuità. Deve ritrovare la tecnica e il campo nel lungo periodo.

CANDREVA 6,5: Scompare per lunghi tratti del match, toccando pochissimi palloni. Poi, però, nel momento decisivo della gara sfodera un sinisto imparabile che decide l’incontro. Semplicemente essenziale, anche se può crescere ulteriormente, come tutta l’Inter.

ANSALDI SV: Entra nelle battute finali. Non si segnalano spunti degni di nota.

ICARDI 6: Questa sera dimostra tutto il suo attaccamento alla maglia nerazzurra lottando strenuamente su ogni pallone. Offensivamente non è una gara semplice per lui: ha pochi palloni giocabili e i suoi spunti non sono decisivi.

EDER 6: Lotta come un leone su ogni pallone, ma tecnicamente non mostra le qualità che lo hanno contraddistinto con la maglia della Sampdoria. Migliora quando è più vicino alla porta: si apprezza il lavoro per la squadra.

PERISIC SV: Cerca di aiutare la squadra in difesa. Non si segnala nulla, a parte una bella discesa.

DE BOER 6: La sua Inter gioca ancora male e a sprazzi. Il primo tempo è stato pessimo, ma i nerazzurri sono cresciuti nella ripresa. Candreva e Handanovic hanno salvato il risultato, ma anche una buona dose di fortuna.

SOUTHAMPTON: Forster 6, Martina 6,5, Yoshida 6,5, Van Dijk 5,5, McQueen 6, Hojbjerg 6,5, Romeu 5,5, Ward-Prowse 5,5, Tadic 6 (Boufal 6), Long 5 (Austin 5), Rodriguez 5,5 (Davis 5,5). All. Puel 5,5

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.