Pagelle Inter-Genoa: Karamoh imprendibile, Candreva nullo

Articolo di
24 settembre 2017, 17:27
Candreva

L’Inter vince contro il Genoa, ma ancora non convince sotto l’aspetto del gioco. D’Ambrosio sbaglia molto, ma poi risulta decisivo di testa, mentre Candreva non riesce a incidere sul match. Ottimo impatto di Karamoh: analizziamo la partita con le pagelle

HANDANOVIC 6: Non viene quasi mai impegnato dall’attacco del Genoa, ma si fa trovare pronto su un tiro ravvicinato di Omeonga.

D’AMBROSIO 6,5: Gioca male nel primo tempo, sbagliando molto tecnicamente. Cresce sensibilmente nella ripresa e segna il gol decisivo di testa.

SKRINIAR 6: Una sicurezza al centro della difesa. Chiude ogni pericolo e si prende anche qualche rischio in fase di impostazione. Grande personalità in ogni fase del gioco.

MIRANDA 6: Controlla bene Pellegri senza troppe difficoltà. E’ carente in fase di impostazione, ma non compie errori evidenti.

DALBERT 5,5: Deve ancora entrare al meglio negli schemi di Spalletti. Appare molto in difficoltà in fase difensiva, mentre non incide in attacco. Cresce per intensità nel finale.

VECINO 6: Sembra il più attivo a centrocampo. Ruota spesso la sua posizione cercando di trovare il varco giusto: peccato non riesca a essere incisivo in zona gol.

BORJA VALERO 5,5: Spesso è scolastico, non riesce a garantire velocità e imprevedibilità alla manovra. Deve crescere se vuole rendersi utile contro avversari molto chiusi.

KARAMOH 7: Entra con grande personalità, saltando puntualmente l’avversario. La sua qualità in fase offensiva è evidente sia nel tocco di palla che nel dribbling.

CANDREVA 5: Cerca di muoversi molto in avvio, ma non incide. Poi torna a sfornare solo cross prevedibili e si divora il possibile 1-0.

EDER 6,5: Il suo ingresso migliora lo stallo offensivo. Porta peso offensivo e causa l’espulsione di Omeonga nel finale.

BROZOVIC 5,5: Fa solo a tratti ciò che chiede Spalletti. Si accende per pochissimo colpendo un palo e con qualche conclusione, poi sbaglia tanto.

JOAO MARIO 6,5: Positivo il suo ingresso in campo. Sforna il cross decisivo per il gol di D’Ambrosio e offre geometrie a centrocampo.

PERISIC 6: Sembra il più attivo in attacco. Sfiora il gol in avvio e cerca di seminare avversari, ma sparisce pian piano nel secondo tempo.

ICARDI 5,5: Costantemente fuori dal gioco, tocca pochissimi palloni e non riesce praticamente mai a concludere verso la porta avversaria. Si ricorda solo per un grande recupero addirittura nella propria area di rigore.

SPALLETTI 6: La sua Inter ancora non gira, il gioco non si vede e l’impostazione è sempre lenta e difficoltosa. Le sostituzioni, però, sono indovinate e cambiano la gara.

GENOA: Perin 6, Biraschi 6, Rossettini 6,5, Zukanovic 6,5, Rosi 6, Cofie 6, Miguel Veloso 6,5 (Rigoni SV), Laxalt 6 (Migliore 5), Omeonga 5,5, Taarabt 6, Pellegri 5,5 (Pandev 6). All. Juric 5,5.