Pagelle Inter-Bologna: golazo per Perisic, Kondogbia da incubo

Articolo di
25 settembre 2016, 17:26
kondogbia

L’Inter non riesce a proseguire nella sua serie di vittorie, pareggiando per 1-1 contro il Bologna. I nerazzurri partono malissimo e subiscono la rete di Destro. Bruttissima gara per Kondogbia, sostituito per scelta tecnica durante il primo tempo. Perisic e Candreva sostengono i nerazzurri in una giornata negativa. Analizziamo la gara con le pagelle

HANDANOVIC 5,5: Non era facile respingere il tiro da distanza così ravvicinata, ma forse poteva fare meglio in occasione del gol di Destro. Poi non sbaglia più nulla, ma l’Inter non riesce a trovare i tre punti.

SANTON 6: Sta migliorando fisicamente gara dopo gara. Sbaglia qualche giocata tecnicamente, ma non si segnalano errori vistosi dalla sua parte.

RANOCCHIA 5,5: Parte malissimo come nelle giornate peggiori con la maglia dell’Inter. Poi si sveglia, come tutta la squadra di de Boer, compiendo qualche buon intervento. Nel finale si divora il gol del 2-1 con un colpo di testa ridicolo.

MIRANDA 5,5: Oggi prova decisamente negativa per il brasiliano. Sbaglia in occasione del gol del Bologna ed è estremamente insicuro quando deve impostare l’azione. E’ un leader, ma deve essere più preciso.

MIANGUE 6,5: La sua gara è decisamente positiva, soprattutto considerando la giovane età. Spinge con continuità e si rende protagonista di buone giocate. Difensivamente è un po’ insicuro, ma non si può pretendere di meglio.

MEDEL 5,5: Il suo apporto oggi è altalenante. Il centrocampista cerca di impostare la manovra, ma sbaglia molto. Difensivamente è spesso in ritardo: può e deve fare meglio.

KONDOGBIA 4: Gara da incubo per il francese. Non entra praticamente mai in partita e perde un pallone sanguinoso che lancia la rete del Bologna. De Boer è costretto a sostituirlo: deve svegliarsi!

GNOUKOURI 6,5: Ordinato e preciso in ogni giocata, sbaglia pochissimo contro il Bologna. Non è facile subentrare in una gara nata storta, ma se la cava decisamente bene.

CANDREVA 7: E’ un moto perpetuo sulla fascia destra. Sforna cross con grande continuità, alcuni sbagliati, poi dà una palla stupenda a Perisic per l’1-1. Cala nella ripresa.

GABIGOL 6: Il suo debutto è senza infamia né lode. Cerca di entrare nel gioco della squadra, ma ci riesce a tratti. Sembra ancora acerbo per la Serie A, ma le doti non si discutono.

BANEGA 5,5: Deve lavorare nello stretto tra le maglie del Bologna e perde spesso il pallone. Oggi non riesce a entrare in partita e essere efficace: deve crescere in continuità.

EDER 5,5: De Boer lo inserisce per dare peso offensivo all’Inter, ma lui non cambia la gara. Non salta gli avversari e non si inserisce praticamente mai.

PERISIC 7: Corre con grande continuità sulla fascia sinistra risultando decisivo: sembra l’unico in grado di cambiare il match. Il gol è da campione, ma può essere ancora più efficace.

ICARDI 6: Non è la sua giornata. Nel primo tempo si muove alla grande, ma non gli arriva il pallone per far male. Nella ripresa cala e non incide, sbagliando anche un gol tutto solo in area: una rarità per lui.

DE BOER 5,5: Kondogbia e Ranocchia erano cambi praticamente obbligati per confermare il 4-2-3-1, ma non hanno reso. L’ingresso di Eder non ha inciso, Gabigol da rivedere. Il gioco non è mancato, ma la concretezza e i singoli maledettamente.

BOLOGNA: Da Costa 7, Krafth 5,5 (Masina 6), Gastaldello 6 (Oikonomou 6), Maietta 5,5, Torosidis 6, Nagy 6 (Pulgar 5,5), Taider 6, Dzemaili 6,5, Verdi 7, Destro 6,5, Krejci 6. All. Donadoni 6

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Basta

Alessandro Basta

Alessandro Basta ha 19 anni e vive a Cosenza, dove è nato. Inizia a scrivere a 13 anni per un piccolo forum sportivo, per poi proseguire la sua attività di scrittura per un blog calcistico, in uno spazio dedicato interamente all’Inter, dove scrive editoriali. A 17 anni, arriva l’esperienza maggiormente formativa, presso InterCafè, blog in cui crescono contestualmente passione, ambizione ed esperienza rispetto alla scrittura sull’Inter. Tifoso interista fin dalla nascita, non potrebbe vivere senza.