Le pagelle di Udinese-Inter: Podolski si sblocca, Medel sbaglia

Articolo di
28 aprile 2015, 23:18
podolski

Valutiamo la prestazione dei nerazzurri contro l’Udinese con le pagelle. Lukas Podolski entra e decide la sfida con un gran sinistro all’incrocio dei pali; bene anche Kovacic che a tratti mostra giocate di grande qualità. Male Medel che soffre maledettamente al centro del campo, ma anche Guarin che solo a tratti offre giocate di qualità.

MIGLIORE IN CAMPO

podolski

PODOLSKI

7

PEGGIORE IN CAMPO

medel

MEDEL

5

HANDANOVIC

5,5

Spesso è costretto a guardare gli altri giocare, non essendo chiamato in causa per lunghi tratti dell’incontro. Nelle battute finali, però, quando l’Udinese attacca, offre poca sicurezza alla difesa con uscite a farfalle.
D’AMBROSIO

6,5

Spinge con grande continuità sulla fascia di destra, diventando una vera e propria spina nel fianco. E’ in gran condizione fisica e non perde un contrasto. Suo il salvataggio decisivo all’ultimo minuto, che consente di evitare l’ennesima figuraccia.
VIDIC

6

Domina su tutte le palle aeree e senza paura va in cielo a conquistare ogni sfera arrivi dalle sue parti. Una sicurezza in più in difesa, forse anche per l’anno prossimo. Poi, però, si lascia sfuggire Di Natale e gli permette di segnare il provvisorio 1-1. Peccato, perchè la sua era stata un’ottima prestazione.
FELIPE

6

Alla seconda partita da titolare in nerazzurro, compie diligentemente il suo compito senza particolari sbavature. Gestisce bene la sfera in impostazione, ma a volte compie degli errori di valutazione in copertura.
SANTON

6

Sembra in netto calo dal punto di vista fisico e spesso va in difficoltà contro i diretti avversari in fase difensiva. Offensivamente, invece, riesce a mettere in crisi Widmer; manca, però, nell’ultima giocata decisiva per segnare o far segnare.
GUARIN

5,5

Altra partita incostante per il Guaro. Parte male, tatticamente fuori dagli schemi e spesso avulso dal gioco. Si riprende con giocate di buona qualità e qualche tiro pericoloso, ma non basta considerando le sue possibilità.
PODOLSKI

7

Ecco finalmente il vero Podolski! Non avrà la brillantezza fisica di un tempo, ma il mancino ora è pienamente riconoscibile. Fantastica la rete decisiva, molto meno alcuni contropiede mal gestiti dall’attaccante tedesco. Per stasera va bene così, in attesa di continuità.
MEDEL

5

Gara pessima per il cileno, la peggiore da quando veste la maglia nerazzurra. Parte male, finisce peggio: in una partita essenzialmente offensiva, palesa evidenti difficoltà in impostazione e perde netttamente il duello con Allan. In occasione del gol del provvisorio pareggio, sarebbe stato il caso di stendere il talentuoso avversario.
KOVACIC

6,5

Sembra finalmente focalizzato sul suo ruolo in entrambe le fasi e riesce spesso a rendersi estremamente pericoloso con giocate di buona fattura. Il dribbling lo conosciamo, così come la visione di gioco: stasera ne abbiamo avuto l’ennesima prova.
HERNANES

5,5

Nel primo tempo si rende protagonista di buone giocate sulla trequarti sfiorando a più riprese il gol. Nella seconda frazione, cala clamorosamente commettendo degli errori di valutazione assurdi sia nel posizionamento che nelle singole giocate. Ad indispettire Mancini e tifosi è l’atteggiamento.
GNOUKOURI

SV

Qualche minuto per il talentuoso mediano; il tempo di effettuare l’ennesimo sombrero senza paura ed è ora di ritornare negli spogliatoi.
PALACIO

6

Ottimi i soliti movimenti e i recuperi difensivi, ma in area avversaria la sua presenza si sente veramente poco. Il Palacio di stasera è molto sprecone e poco incisivo, ma comunque basta per creare qualche buona trama offensiva.
ICARDI

6,5

Spesso non si vede per lunghi tratti dell’incontro, ma i movimenti sono corretti, così come i posizionamenti offensivi. Sfiora il gol nel primo tempo, nel secondo realizza con grande freddezza il rigore: la classifica marcatori ormai è un obiettivo.
MANCINI

7

Indovina la formazione iniziale, ma soprattutto il cambio Podolski-Guarin, che alla fine decide l’incontro. I suoi ragazzi hanno avuto una pessima gestione della superiorità numerica: si gode tre punti fondamentali, ma c’è molto su cui lavorare, soprattutto nella mentalità.
UDINESE : Karnezis 6,5, Widmer 6, Danilo 6, Domizzi 4, Piris 7, Allan 7,5, Pinzi 6, Badu 4,5, Guilherme 5 (Pasquale 5,5), Perica SV, Thereau 5,5, Di Natale 6,5 (Konè 6). All. Stramaccioni 6,5.