Le pagelle di Inter-Genoa: Ljajic decisivo, Miranda muro

Articolo di
5 dicembre 2015, 23:10
ljajic

Valutiamo la prestazione dei nerazzurri contro il Genoa con le pagelle. Ottima gara da parte di Adem Ljajic che mette costantemente in difficoltà la difesa avversaria e sforna la rete decisiva per il risultato finale. Molto bene anche Miranda e Biabiany, mentre D’Ambrosio e Jovetic sono le uniche note dolenti

MIGLIORE IN CAMPO

ljajic

LJAJIC

7

PEGGIORE IN CAMPO

d'ambrosio

D’AMBROSIO

5,5

 

HANDANOVIC

6

Vive da spettatore gran parte dell’incontro. Non arrivano grandi pericoli dalle sue parti, ma nel momento in cui viene chiamato in causa da Gakpe si fa trovare pronto.
D’AMBROSIO

5,5

Buona gara per il terzino destro, ma senza strafare. Nei minuti finali, però, arriva l’ennesima espulsione stagionale a carico dei nerazzurri. L’ex Torino avrebbe potuto evitare questo tipo di intervento, ma l’arbitro ha ovviamente esagerato.
MIRANDA

7

Un autentico muro a proteggere la difesa nerazzurra. Nessuno riesce a saltarlo e a metterlo in difficoltà e quando protegge la sfera diventa inamovibile. Anche nei minuti finali sale in cattedra, confermando una prestazione straordinaria.
MURILLO

7

Gara fantastica anche per l’altro centrale dell’Inter. Chiude ogni varco con una puntualità straordinaria nelle coperture. La sua agilità e intelligenza tattica stupisce gara dopo gara.
TELLES

6

Ancora troppo impreciso nella fase difensiva, ma sforna un paio di giocate interessanti con il mancino. Non ci sono errori particolarmente significativi, ma troppi tocchi fuori misura a mettere in difficoltà i compagni. Può e deve crescere ulteriormente.
MEDEL

6

Sempre attento e concentrato nel centrocampo a due di Mancini, sbaglia un po’ troppo in impostazione. Dovrebbe essere maggiormente preciso nei lanci in profondità, ma non è una giocata nelle sue caratteristiche.
MELO

6

Si conferma leader del centrocampo nei primi minuti di gioco, ma poi è costretto ad abdicare a seguito di uno scontro testa contro testa con Medel. Speriamo le sue condizioni non siano preoccupanti.
BROZOVIC

6

Il suo dinamismo, unito ad una grinta straordinaria, lo rendono un elemento essenziale al centro del campo. Brozovic corre su ogni pallone, ma stasera è un po’ troppo impreciso rispetto alle ultime uscite.
BIABIANY

7

Primo tempo ottimo da parte dell’attaccante ex Parma. Salta avversari come birilli e crea pericoli alla difesa del Genoa con grande continuità. Cala fisicamente nel secondo tempo, ma resta uno dei migliori in campo.
JOVETIC

5,5

A volte dà la sensazione di poter risolvere da solo la gara, ma spesso è ancora troppo macchinoso e impreciso. Deve imparare a essere più concreto e leggermente meno estroso. Forse farlo giocare più vicino alla porta potrebbe essere l’ideale.
PERISIC

5,5

Entra nei minuti finali e non aiuta particolarmente i nerazzurri nella gestione della sfera. Dovrebbe sfruttare maggiormente le sue grandi doti fisiche.
LJAJIC

7

Altra gara straordinaria da parte dell’estroso attaccante nerazzurro. Dribbla, rientra e punta la porta con una continuità straordinaria, creando occasioni una dopo l’altra. Se poi è anche decisivo dal punto di vista realizzativo, capiamo di trovarci di fronte ad un giocatore straordinario.
PALACIO

6

Apre spazi e crea triangolazioni con grande intelligenza. I trequartisti non lo mettono in condizione di andare in rete, ma tutti i movimenti sono corretti e permettono all’Inter di esprimere un buon calcio. Prima o poi tornerà a segnare.
GUARIN
          sv
Mancini lo schiera nei minuti finali e lui riesce a conquistare un paio di palloni fondamentali, aiutando la squadra in dieci uomini.
MANCINI

6,5

La sua Inter inizia anche a giocare bene, pur non avendo ancora grande confidenza con il gol. I troppi errori arbitrali iniziano ad incidere, ma a livello tattico la squadra sembra sempre più quadrata gara dopo gara. I due centrali si confermano straordinari.
GENOA : Perin 6,5, Izzo 6 (dall’80’ Cissokho 6), Burdisso 6,5, Ansaldi 6, Rincon 5,5, Figueiras 6 (dal 75′ Pandev 6,5), Tino Costa 5,5, Laxalt 5, Perotti 6, Gakpè 5,5, Lazovic 5 (dal 60′ Capel 5,5). All. Gasperini 6