Milan-Inter ai raggi X: Inter attacca sempre, Icardi solo – CdS

Articolo di
21 novembre 2016, 08:29
Mauro Icardi Inter-Torino

L’analisi di Milan-Inter secondo il “Corriere dello Sport”: male Joao Mario da trequartista che lascia Icardi troppo solo, errori di entrambe le difese sui gol di Suso e Perisic

JOAO MARIO POCO TREQUARTISTA – “Palla e iniziativa agli avversari, il Milan gioca così dall’inizio del campionato perché sa che, alla prima occasione, il tridente segna. Nel derby la caratteristica difensiva della squadra di Montella è più accentuata. La prima Inter di Pioli si schiera invece col 4-4-1-1. Bene le prime due linee, meno bene Joao Mario alle spalle di Icardi. Il portoghese non è un trequartista e Icardi, mai assistito a dovere, si perde. La sensazione è che quando Banega starà bene, Joao Mario arretrerà per lasciargli il posto di trequartista”.

MALE LE DIFESE – “Impossibile parlare di svolta in questa gara, visto che nemmeno i due vantaggi del Milan modificano lo sviluppo della partita. L’Inter attacca sempre, sullo 0-0, sullo 0-1, sull’1-1, sull’1-2 e si ferma dopo il 2-2 di Perisic solo perché finisce la partita. Non è messa bene la difesa dell’Inter quando il Milan la colpisce in velocità. Sulla fascia di Suso, il più pericoloso dell’attacco rossonero, ci sarebbe bisogno di un controllo più efficace. Murillo sbaglia il tempo nell’‘intervento di Bacca sul 2-1, sbagliano De Sciglio e Locatelli sul 2-2 di Perisic“.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Ivan Vanoni

Ivan Vanoni

Nato a Varese nel 1992, studente di lingue e laureato in Scienze della Mediazione Linguistica. Innamorato dell'Inter fin da bambino, Dejan Stankovic l'idolo assoluto.