Martusciello: “Inter grande squadra ma serviva più coraggio”

Articolo di
22 settembre 2016, 13:31
Martusciello

Il tecnico dell’Empoli Giovanni Martusciello ha parlato della sconfitta subita contro l’Inter al canale ufficiale del club sostenendo che la sua squadra sia entrato in campo troppo arrentevole e non abbia avuto il coraggio di lottare come avrebbe dovuto.

TROPPO ARRENDEVOLI – «E’ stata una gara complicata dal quinto al ventesimo, e poi chiaramente in salita sino alla fine. Non abbiamo messo il coraggio che serviva e questo è stato pagato a caro prezzo perché l’Inter è una forte che ha numeri, fisicità, personalità e giocatori forti ma se a questo ci si aggiunge un po’ di timidezza diventa molto più complicato. Sono contento, se si può usare questo termine, per il secondo tempo dove ho visto un po’ più di coraggio e voglia di voler fare quelle cose che si erano preparate. Non sono contento perché non si può dare per scontato che si perde a prescindere, non mi sta bene l’arrendevolezza, ho visto questo, forse è una sensazione sbagliata, ma ho visto questa situazione qui. Lo sapevamo che l’Inter era una squadra forte ma andare a risaltare questi pregi non mi sta bene. Si è perso contro una squadra forte ma ci si è messo del nostro. Di occasioni contro queste squadre te ne capitano forse una, io ne ho contato tre e quindi è forse qualcosa che la squadra ha. Ben vengano le occasioni, poi arriverà anche il giorno in cui queste occasioni diventeranno concrete. Non sono preoccupato, sono amareggiato per quei venti minuti».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.