La moviola di Cesari: “Nel finale c’è il fallo su Icardi, ma…”

Articolo di
23 maggio 2015, 23:41
Cesari

Come suo solito l’ex arbitro internazionale ha analizzato la moviola e gli episodi chiave di Genoa-Inter, soprattutto quelli più recriminati dall’Inter.

Uno degli imputati per la sconfitta subita dall’Inter sul campo del Genoa è stato l’arbitro Tagliavento. Dagli studi di Mediaset Premium ha parlato come suo solito l’ex arbitro internazionale Graziano Cesari che ha analizzato gli episodi più contestati come il rigore negato all’Inter nel primo tempo per un presunto fallo di mano di Burdisso: “Il braccio di Burdisso è largo, ma sembra che lo voglia tirare indietro: a me sembra che non ci sia tantissima volontarietà”.

I DUE GOL DI ICARDI- Nel primo tempo si sono visti ben due gol annullati a Mauro Icardi nel giro di pochi secondi, entrambi per fuorigioco. L’opinione di Cesari è decisa nel primo gol, molto più dubbiosa nel secondo: “Il primo gol di Icardi è nettamente in fuorigioco, nel secondo non abbiamo immagini certe. Di sicuro c’è che l’assistente non è in linea quindi non può vedere, c’è un piede di Burdisso che potrebbe tenere in gioco Icardi, per me il gol non è da annullare ma questo è uno dei casi in cui ognuno può avere la sua interpretazione”.

NEL FINALE C’E’ FALLO DI BURDISSO- L’episodio più incriminato di tutti è però il presunto rigore su Icardi nel recupero, dopo il 3-2 del Genoa. Per Cesari c’è il fallo del difensore argentino, ma forse non c’è il rigore: “Burdisso entra scomposto, ma Icardi è leggermente fuori dall’area, quindi era punizione dal limite e rosso per Burdisso”.

KUCKA ERA DA ESPELLERE- Lo slovacco Kucka è stato decisivo col suo gol nel finale, ma secondo Cesari il centrocampista del Genoa non avrebbe dovuto essere in campo per un episodio del primo tempo: “Kucka calpesta Kovacic per terra, era da espellere, a Tagliavento è mancato il coraggio”.

Facebooktwittergoogle_plusmail