Inter, il triangolo di centrocampo non funziona – GdS

Articolo di
20 settembre 2017, 10:31
Borja Valero

La “Gazzetta dello Sport” analizza i problemi dell’Inter emersi nel pari contro il Bologna. I nerazzurri hanno sofferto soprattutto a centrocampo, dove il triangolo Borja Valero-Vecino-Joao Mario non ha trovato le misure.

ERRORE REITERATO – Il triangolo, sì, va riconsiderato. Luciano Spalletti ripropone a Bologna la soluzione con due centrocampisti centrali e uno più avanzato, con l’unica novità di Vecino invece di Gagliardini, e come in Calabria ne ricava poco, anzi soffre anche di più perché si ritrova opposto lo stesso triangolo ma rovesciato, cioè con un vertice basso (Pulgar) e soprattutto più qualità nel tridente avversario.

PROBLEMI A COPRIRE – Come aveva fatto contro il Napoli, mettendolo in grande difficoltà, il Bologna gioca un primo tempo ad altissima intensità, pressando alta l’Inter, che non ha la qualità di palleggio in uscita della squadra di Sarri e dunque fatica a risalire il campo. Lo stesso intento cerca di praticarlo l’Inter, ma i meccanismi di uscita del Bologna sono migliori proprio per quei tre centrocampisti che si aiutano: Poli e Donsah vanno in aiuto dei terzini e hanno comunque la protezione di Pulgar in mezzo, mentre dall’altra parte le scalate di Borja e Vecino ad aiutare i terzini scoprono il centro del campo, oppure costringono proprio i terzini a uscire alti sui terzini avversari. Così succede che Verdi e Di Francesco sbuchino alle spalle degli esterni costringendo spesso Skriniar a scoprire l’area (palo di Verdi su paratona di Handanovic), oppure che Petkovic indietreggi in quel buco favorendo i tagli centrali di Verdi, che va a segnare un gran gol da fuori.