Inter-Genoa, Pioli corregge il tiro nella ripresa – GdS

Articolo di
12 dicembre 2016, 13:19
Pioli

Stefano Pioli ha provato ad aggredire il Genoa con tanti giocatori offensivi presenti nella formazione titolare. L’Inter però ha sofferto parecchio e nel secondo tempo il cambio del tecnico nerazzurro è stato decisivo. Ecco cosa riporta la “Gazzetta dello Sport”.

MOSSA TATTICA – «Nella ripresa Pioli, forte del vantaggio, gioca a fare il conservatore: dentro un centrocampista (Felipe Melo) e fuori un attaccante (Eder). Dal 343 si passa al 352. Che significa infoltire il settore più importante, quello dove si recuperano i palloni e s’impostano le manovre. La mossa, cui si aggiunge l’ingresso di Perisic per Palacio e un generale rimescolamento delle carte nella zona offensiva, produce un altro gol di Brozovic e un complessivo maggior controllo della partita. Restano, tuttavia, parecchi punti interrogativi. I sincronismi dei tre difensori sono molto approssimativi, tanto che il Genoa si presenta con troppa facilità dalle parti di Handanovic (se l’Inter non subisce gol è soltanto un caso…). I centrocampisti si preoccupano principalmente dell’azione di pressing, e costruiscono poco. Gli attaccanti esterni (Eder e Palacio) non sembrano adatti per i rispettivi ruoli: l’italobrasiliano non sgomma e staziona troppo lontano da Icardi; l’argentino è, invece, molto defilato e non ha le energie fisiche per accorciare e per accentrarsi. Il 352 restituisce equilibrio, consegna i compiti difensivi a Felipe Melo e dà libertà offensiva a Joao Mario e Brozovic».