Inter-Genoa: Brozovic da joystick, Candreva da fischi – TS

Articolo di
25 settembre 2017, 12:34
Candreva

L’Inter batte il Genoa a San Siro ma la prestazione dei nerazzurri di Luciano Spalletti ancora una volta non ha convinto: l’edizione odierna di “Tuttosport” analizza i migliori e i peggiori attraverso le consuete pagelle. Non benissimo la coppia Matias Vecino-Borja Valero, fischi ingenerosi per Marcelo Brozovic. Di seguito tutti i voti

DIFESA – “HANDANOVIC 6.5 Attento e bravo a neutralizzare la conclusione di Omeonga sullo 0-0.
D’AMBROSIO 7 Dietro non è semplice arginare Taarabt, a volte va in affanno, ma il gol – segnato di testa con uno stacco da centravanti provetto – ha un peso specifico pazzesco.
SKRINIAR 6 Perde Pellegri in una sola circostanza, ma il baby rossoblu non è preciso di testa. Per il resto, sempre attento.
MIRANDA 6 Fa valere tutta la sua esperienza negli uno contro uno con Pellegri.
DALBERT 5.5 Il piede è buono, i cross lo dimostrano, ma per ora emerge solo la sua timidezza. Dietro soffre molto Omeonga”.

CENTROCAMPO – “VECINO 6 Nel primo tempo non gira, non trova i giusti sbocchi e si nota poco. Meglio nella ripresa quando si mette a copertura della difesa e, a differenza di Borja Valero, cerca di farsi trovare con buona continuità dai compagni.
BORJA VALERO 5.5 Pomeriggio a ritmi bassi, bassissimi. Paga l’impiego costante.
Karamoh (27′ st) 6.5 Che bella sorpresa: entra e spacca la partita con i suoi guizzi. Da un suo tiro nasce l’angolo del gol e, nel finale fa espellere Taarabt e ammonire Migliore e Zukanovic”.

ATTACCO E SPALLETTI – “CANDREVA 5 Inizia bene con due cross pericolosi, poi torna quello abulico e impreciso delle ultime gare. Esce fra i fischi dei loggionisti di San Siro dopo aver mancato un’occasione d’oro per l’1-0.
Eder (15′ st) 6.5 Prova ad accendere l’Inter con un paio di conclusioni dalla distanza.
BROZOVIC 6 Gara dai mille volti, ma soppesando le cose buone e quelle meno, viene fuori un match
accettabile anche perché Spalletti lo sposta col joystick in tre ruoli diverse. Colpisce anche un palo a fine primo tempo. Fischi ingenerosi, questa volta.
Joao Mario (36′ st) 6 Batte l’angolo vincente.
PERISIC 5.5 Sfiora il gol dopo quaranta secondi, chiama alla parata Perin e sforna qualche cross, ma si accende troppo poco per le sue qualità.
ICARDI 6 La cosa migliore della sua partita è un gol salvato con una rincorsa di settanta metri: per Spalletti vale due gol. Davanti si muove molto, ma viene servito poco e non si vede mai al tiro.
ALL. SPALLETTI 7 Probabilmente Borja Valero avrebbe avuto bisogno di un turno di riposo, ma azzecca i cambi. Vittoria numero 200 in Serie A”.