Icardi a ITV: “Infastidito, potevo far tripletta! Spalletti…”

Articolo di
19 novembre 2017, 23:47
Mauro Icardi Inter-Atalanta

Mauro Icardi si è presentato nella postazione di Inter TV al termine della sfida vinta 2-0 questa sera contro l’Atalanta. Intervistato da Roberto Scarpini il giocatore nerazzurro ha commentato il posticipo, nel quale grazie alla sua doppietta sono arrivati i tre punti e il secondo posto in classifica.

RISCOSSA ARRIVATA«Dovevo essere pronto dentro l’area, penso che il secondo sia stato il più bello, con un movimento ho visto Danilo D’Ambrosio e ho avuto fortuna che sia andata dentro. Nel primo tempo dovevo fare gol, è stata una occasione dove ho un po’ di rammarico perché potevo fare tripletta, sono un po’ infastidito. Ero a due metri dal portiere e potevo fare meglio. Il presunto rigore? Non l’ho visto, secondo me era rigore per la situazione in campo, ho sentito subito che mi ha abbracciato e mi ha spostato, ero davanti a lui. L’arbitro mi ha detto che hanno controllato tutto, alla fine si è vinto e va bene così. L’importante è che faccio gol e che la squadra vinca, l’obiettivo è quello ed è da un po’ che lo diciamo. Luciano Spalletti? Ha contribuito tantissimo, non solo per me ma per tutta la squadra, dobbiamo continuare così. Il mister è molto importante per noi e anche il suo staff. Capocannoniere? Io spero di continuare a vincere, la classifica la vediamo dopo se riesco a fare gol o no, l’importante è che l’Inter vinca. Il valore di mercato? È una cosa a cui non pensiamo, sto bene qua. Diventare una bandiera come Javier Zanetti? Speriamo! Vedere la porta? È una cosa che non alleno tantissimo, è un istinto che ho, non mi ci alleno tutti i giorni, è l’istinto di cercare lo spazio giusto per fare gol. Abbiamo una media di cinquanta o sessantamila tifosi a San Siro, questo è importante per noi, poi se riusciamo a vincere è meglio anche per loro».