Icardi a MP: “Per il contratto vediamo, ma io voglio restare”

Articolo di
31 maggio 2015, 23:58
Icardi

Con la doppietta di oggi Mauro Icardi è il più giovane capocannoniere della Serie A dai tempi di Paolo Rossi. L’attaccante argentino si è presentato ai microfoni della stampa soddisfatto per la sua stagione e determinato a fare bene anche in futuro, un futuro sempre in maglia nerazzurra.

L’unico sorriso in una stagione decisamente tribolata per l’Inter è quello di Mauro Icardi, autore di un’ottima stagione che lo ha visto laurearsi capocannoniere della Serie A a soli 22 anni, in coabitazione con l’eterno Luca Toni. L’attaccante argentino si è presentato ai microfoni di Mediaset Premium partendo proprio dall’importante traguardo raggiunto oggi: “Ho sbagliato un po’ di gol facili ma va bene lo stesso, sono arrivato a 22 gol e ho pareggiato con Toni, penso che tutti e due abbiamo fatto molto bene quest’anno”.

L’ANNO PROSSIMO UNA GRANDE INTER- Se per Icardi è stata senza dubbio un’ottima stagione, altrettanto non si può dire dell’Inter che resterà fuori dalle coppe europee. L’attaccante argentino è consapevole di questo, ma è fiducioso per la prossima stagione: “Come squadra dovevamo fare meglio, abbiamo perso tanti punti che avremmo dovuto fare per arrivare in Europa League, pareggiando o perdendo troppe partite qua a San Siro, questo ci ha penalizzato. Con Mancini siamo migliorati tantissimo e l’anno prossimo avremo una grandissima squadra”.

ANCORA IN NERAZZURRO- Intorno a Mauro Icardi si sta sviluppando da mesi la spinosa faccenda del rinnovo, il giocatore non si espone, ma ribadisce la sua volontà di restare all’Inter: “Vedremo con la società questa faccenda del contratto, ma io voglio restare qua”.