Hernanes al veleno a Sky: “Lotito, questa è per te!”

Articolo di
10 maggio 2015, 23:51
Hernanes

Al termine del match contro la Lazio, ai microfoni di Sky Sport si è presentato Hernanes, autore della doppietta con cui l’Inter ha espugnato l’Olimpico. Il Profeta ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalle scarpe, dedicando polemicamente la sua esultanza al suo ex presidente Lotito.

MI SENTO PIU’ FORTE – “Quella di stasera era una partita speciale e ci tenevo a fare una grande prestazione. Soprattutto perché, quando trovavo i tifosi dell’Inter, spesso mi dicevano ‘Ma era più forte l’Hernanes che giocava nella Lazio‘. Questa cosa mi disturbava, perché io mi sento più forte ora e stasera ci tenevo a dimostrarlo.”

DEDICA A LOTITO – “Questa per me è stata la capriola più triste: soprattutto perché, quando non giocavo, Lotito ha parlato un po’ troppo. Lui ha detto che è stato un affare vendermi. E la capriola l’ho fatta per lui. Mi dispiace per tifosi, ma la capriola è per lui.
Questo comportamento non è da me, lo so, però non l’ho presa bene, lo ammetto. Io non giocavo da 2 mesi e Lotito ha detto di aver fatto un affare a vendermi. Perché quando stai bene, pensi di poter parlare di più, ma bisogna sempre avere rispetto degli altri.”

TROVARE SPAZI – “Stasera abbiamo fatto fatica? Quando le squadre giocano a San Siro si chiudono, si mettono tutti dietro ed è difficile trovare spazi. Quando ci sono le espulsioni è lo stesso. Le squadre chiudono e per noi è difficile trovare spazi, come successo stasera. Non giocano più e per noi è difficilissimo trovare spazi.”

MIGLIORAMENTI – “Dove sono migliorato? Soprattutto nella maturità fisica: ora mi sento più forte. E poi, sono tanti anni che gioco, ma ora ho deciso di voler fare il trequartista. Prima pensavo di giocare in più ruoli, ma ora ho le idee chiare. Perché, giocando lì, penso di poter rendere di più. Queste due cose mi fanno sentire più a mio agio.”

LA MIA REAZIONE – “Sono stato un po’ troppo terreno nei confronti di Lotito? Sono il Profeta, però il profeta è anche un uomo. Ci sono le passioni e l’orgoglio. E quando uno di sente ferito reagisce. Anche perché trattenere è peggio.”

GOL E ASSIST – “Da trequartista dovrò segnare tanto? Vero. Però, più che altro, sono contento oggi perché ho trovato Mauro davanti alla porta. Finalizzare per me è più facile che trovare l’uomo, come oggi. Devo migliorare nel servire miei compagni.”