Giampaolo: “Non si annulla gap Inter, brava Samp! Schick…”

Articolo di
4 aprile 2017, 00:26
Giampaolo Sampdoria

Marco Giampaolo – allenatore della Sampdoria -, intervistato dai microfoni di “Rai Sport” durante la diretta di “Zona 11 – P. M.” su Rai Sport, commenta la vittoria sull’Inter e spiega la gestione del talentuoso Schick, classe ’96 seguito con molta attenzione dagli osservatori nerazzurri

SAN SIRO CONQUISTATO – Non nasconde la propria soddisfazione Marco Giampaolo per la seconda vittoria stagionale in quel di Milano: «Bisogna fare i complimenti alla squadra, non capita spesso di vincere a San Siro: quest’anno ci è capitato due volte, una con Milan e una con l’Inter… Abbiamo fatto una buonissima gara, fatta di tante cose, anche sofferenza e intensità. E’ una grande soddisfazione, ma è merito soprattutto della squadra. Alla mia Sampdoria ho chiesto di certificare una certa crescita iniziata nel girone di ritorno attraverso una prestazione importante: non dico di annullare il gap con l’Inter perché non lo annulli, ma di provare a stare in partita contro un avversario di questo spessore. I ragazzi sono stati bravi perché non abbiamo mai mollato: è stata una partita vera e bella, ero contento di incontrare una squadra forte come l’Inter perché siamo giovani».

LA CRESCITA DI SCHICK – «Schick deve percorre un cammino diverso da quello di Quagliarella e Muriel, in maniera giusta: va centellinato, va fatto giocare quando deve, finora è sempre subentrato. E’ un fatto di crescita. Schick ci ha dato un valore aggiunto risolvendo problemi entrando dalla panchina. Adesso ha la possibilità di giocare, crescere e migliorarsi nei 90′, che è diverso dal giocare gli spezzoni di partita, quindi se la giocherà. Non ci sono problemi caratteriali, qualitativi o di impegni, ma bisogna solo rispettare un certo tipo di gerarchie. Mi auguro di trattenere tutti, anche Muriel, per migliorare ulteriormente questa squadra, ma non posso dire nulla perché da qui a luglio può succedere di tutto…».







ALTRE NOTIZIE