Genoa-Inter, la moviola: autogol di Ranocchia nasce da un fallo

Articolo di
18 febbraio 2018, 00:18
Michael Fabbri

Michael Fabbri è stato l’arbitro della sfida fra Genoa e Inter, valida per la venticinquesima giornata di Serie A 2017-2018 e finita 2-0. Questa la valutazione della direzione di gara del fischietto della sezione di Ravenna, dei suoi assistenti e degli addetti al VAR.

VOTO 5 – L’episodio principale arriva al 45′: Oscar Hiljemark spinge a terra Yann Karamoh a centrocampo e gioca il pallone, l’azione prosegue e sul cross arriva l’autogol che sblocca il match. Il fallo è abbastanza palese, soprattutto per il movimento delle braccia del giocatore svedese, e il VAR l’avrebbe dovuto notare portando all’annullamento della rete: l’unica spiegazione possibile per la mancata segnalazione è che il rinvio di Milan Škriniar sia stato considerato un inizio di nuova azione, ma è un’interpretazione che non regge. Sullo 0-0, poco dopo essere diventato il primo e unico ammonito della gara, Andrea Ranocchia salta e colpisce in faccia Andrej Gălăbinov: giusto il fallo, probabilmente sarebbe stato troppo un secondo giallo ma un minimo ha rischiato. Nei primi cinque minuti della ripresa graziato due volte Ervin Zukanović dal cartellino, nella seconda circostanza non viene nemmeno segnalato un chiaro intervento irregolare.