Gasperini a MP: “Abbiamo giocato con timore. L’Inter…”

Articolo di
5 dicembre 2015, 23:42
gasperini genoa

Gian Piero Gasperini, allenatore del Genoa, commenta ai microfoni di Mediaset Premium la partita della sua squadra che esce sconfitta dalla sfida di San Siro contro l’Inter di Mancini. Il tecnico genoano non si dimostra comunque preoccupato, affermando che la prestazione dei suoi ragazzi nel secondo tempo trasmette coraggio e fiducia

TIMORE DELL’INTER – «Non è questione di paura, il primo tempo abbiamo fatto una buona fase difensiva. Abbiamo giocato con meno lucidità, tecnica, precisione e forse timore esagerato. Nel secondo tempo invece abbiamo fatto meglio. L’insicurezza è dovuta a questa Inter, pressava alto con molti attaccanti, non era facile uscire. Siamo stati sempre molto lucidi in difesa e abbiamo avuto le nostre occasioni da gol. L’Inter aveva quattro giocatori veloci davanti, poteva non essere ideale stare alti, poi lo abbiamo fatto a gara in corso. Nel secondo tempo siamo venuti fuori meglio, quando l’Inter aveva delle difficoltà di gioco e non riusciva ad arrivare nella nostra area».

PRESTAZIONE INCORAGGIANTE – «Questa è una classifica corta, noi il passo falso lo abbiamo fatto domenica scorsa, dove ci siamo pregiudicati la possibilità di vincere la partita e migliorare la classifica. Venire a San Siro e fare questa partita dà fiducia e coraggio. Dobbiamo interpretare gara per gara, sta a noi raddrizzare la stagione, non tutte le stagioni sono uguali. Anche l’anno scorso non siamo partiti con obiettivi alti, questo è stato un inizio difficile per infortuni e partite in inferiorità numerica. Noi abbiamo sicuramente la forza di recuperare giocatori e fare il nostro campionato. Questo stop ha bloccato la nostra classifica, ma a livello di prestazione la squadra ha fatto il suo ».

CAMPIONATO APERTO«Credo che l’Inter sia da Scudetto, come lo sono le altre squadre in testa al campionato, come Juventus, Napoli, Roma e Fiorentina. Credo che arriverà anche il Milan nelle zone alte, erano queste le squadre che tutti si aspettavano. Campionato equilibrato anche in testa».