Chievo-Inter, la moviola: il VAR fa giustizia sullo 0-1, non sull’1-2

Articolo di
22 aprile 2018, 20:30
Paolo Valeri

Paolo Valeri è stato l’arbitro della sfida fra Chievo e Inter, valida per la trentaquattreesima giornata di Serie A 2017-2018 e finita 1-2. Questa la valutazione della direzione di gara del fischietto della sezione di Roma 2, dei suoi assistenti e degli addetti al VAR.

VOTO 5 – Gestisce bene per novanta minuti, ma va in tilt alla fine. Al 13′ Ivan Perišić alza in pallonetto solo davanti al portiere, c’era fuorigioco non segnalato ma in caso di gol sarebbe intervenuto il VAR. È quello che avviene in occasione dello 0-1: sul tiro di Marcelo Brozović respinto da Stefano Sorrentino è regolare la posizione di Danilo D’Ambrosio, partito dietro la linea difensiva del Chievo. L’assistente Alfonso Marrazzo alza la bandierina prendendo un abbaglio, ma le immagini permettono di prendere la decisione corretta. La partita scorre via tranquilla fino al 90′, quando arriva il gol dell’1-2 di Mariusz Stępiński: l’azione è in realtà irregolare, perché nasce da un fallo di Lucas Castro su Matías Vecino, dove è vero che l’argentino prende anche il pallone ma sullo slancio sgambetta il centrocampista dell’Inter impedendogli di giocarlo a poca distanza, andava annullato e qui VAR e arbitro chissà cosa stavano guardando. Esagerati i cinque minuti di recupero.