Celi da 6, condizione da rivedere – CdS

Articolo di
26 settembre 2016, 10:12
celi

Il “Corriere dello Sport” promuove la direzione dell’arbitro Celi. Il fischietto di Inter-Bologna gestisce tutto sommato bene una gara più spigolosa del previsto, anche se manca qualche giallo.

PROMOSSO – Il voto per l’arbitro di Inter-Bologna nelle pagelle del “Corriere dello Sport” è 6. Celi viene promosso: gestisce bene una gara con tanti piccoli episodi che potevano sfuggire di mano.

SCARSA CONDIZIONE – Nella moviola il quotidiano sottolinea per prima cosa la scarsa condizione fisica del fischietto. Celi è notevolmente appesantito (le immagini in tv erano impietose), poco mobile, lontano dagli standard fisici degli arbitri di oggi, magari poco capaci tecnicamente ma atleticamente impeccabili. Celi, invece, è stato inquadrato con la pancia del pensionato. Vero, è la sua ultima stagione in A: per quello che ha fatto, la chiuda con dignità.

QUALCHE EPISODIO – Gli episodi: Ranocchia stende Dzemaili: graziato dal giallo. Gastaldello trattiene Icardi, il pallone finisce a Candreva, il giallo arriva dopo il vantaggio concesso. Da Costa comincia a perdere tempo dal 30’: ammonito. Cross di Candreva, Torosidis in area prima col piede sinistro, poi pallone sul braccio, l’addizionale Giacomelli è lì, è involontario. Il gol dell’1- 1 nasce con una punizione concessa all’Inter, ma la trattenuta è di Perisic, non di Verdi. Rischia Santon in area: l’intervento da dietro su Destro è al limite del rigore.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.