Vecchi: “Non è ancora tempo di festeggiare”

Articolo di
2 maggio 2015, 21:30

 

Il pareggio dei nerazzurri della primavera contro il Cesena non rende tranquillo l’allenatore dell’Inter primavera Stefano Vecchi, nonostante il primato in classifica a 6 punti di distanza dal Milan. Il mister ha sottolineato le difficoltà riscontrate nella gara di oggi contro il Cesena terzo in classifica, anche se con più cattiveria sotto porta si poteva arrivare ai tre punti.. L’obiettivo è arrivare pronti fisicamente per le fasi finali del torneo.

SERVE PIU’ QUALITA’ – Di seguito le dichiarazioni a “Inter Channel” di Stefano Vecchi, allenatore dell’Inter primavera, a seguito della pareggio a reti bianche dei suoi ragazzi contro il Cesena:”Siam contenti, ma non festeggiamo perché vogliamo vincere alla fine. Il primo posto ci consentirà di avere un piccolo vantaggio, ma tutte le partite saranno difficili e dovremo pensare alle fasi finali. Oggi qualcuno un po’ sottotono, un po’ superficiale magari il caldo o il modulo diverso, ma nella ripresa abbiamo avuto una marea di occasioni. Il Cesena non a caso è terzo in classifica e ci ha messo in difficoltà”. Serve un po’ più di cattiveria sottoporta? “No, ci vuole più qualità. Con cattiveria e determinazione ci siamo liberati al tiro, poi è mancata la qualità. Faremo amichevoli tra la fine del campionato e l’inizio delle fasi finali. Ci prepareremo facendo test e allenandoci”