Vecchi: “Inter di prospettiva coi nuovi Miangue. Pinamonti…”

Articolo di
14 settembre 2016, 00:41
Vecchi

Stefano Vecchi – dopo aver commentato il passaggio di Mirabelli al Milan -, durante l’ospitata negli studi di “Calcio € Mercato” su Sportitalia presenta la sua nuova Inter Primavera, che vuole sfornare nuovi talenti

NUOVA INTER – Oltre a vincere, Stefano Vecchi alla guida dell’Inter Primavera vuole costruire giocatori pronti per il calcio che conta: «Scudetto dopo la Coppa Italia della passata stagione? Si prova, ma tutte le stagioni Primavera presentano tante incognite: le squadre vengono totalmente rivoluzionate, i giocatori più pronti vanno a giocare in Serie B e Lega PRO, ne rimangono pochi e cambiano gli equilibri. Anche quest’anno abbiamo costruito una squadra con elementi importanti, soprattutto in prospettiva: magari il prossimo anno qualcuno potrà già giocare in Serie A, come successo con Senna Miangue, Federico Dimarco e Rey Manaj, o in B. Zinho Vanheusden ha qualità enormi, molto importanti, così come Andrea Pinamonti: ha spessore tecnico e fisico, è già un giocatore nella testa perché sa che vuole diventare un top, non si trovano in giro ragazzi così».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.