Vecchi: “Con la Roma sarà un’altra battaglia”

Articolo di
27 ottobre 2016, 15:54
Vecchi

Alla vigilia della Supercoppa Primavera che vedrà opposte Inter e Roma, il tecnico della formazione nerazzurra parla delle sue impressioni per la partita e del lavoro svolto nel settore giovanile

Domani sarà giorno di Supercoppa Primavera tra Inter e Roma. Intervistato ai microfoni della pagina facebook della Serie A Tim, il tecnico nerazzurro Stefano Vecchi ha parlato delle sue attese per la sfida: “Ci aspettiamo sicuramente un’altra battaglia contro la Roma, non può essere sicuramente una partita facile. Ci arriviamo abbastanza bene, il percorso in campionato è più che positivo, la speranza è far meglio di quanto abbiamo fatto in campionato contro la Roma, per cui mi auguro che possa essere una rivincita per noi”.

IL NUOVO GRUPPO- “A differenza dell’anno scorso che c’era un gruppo già affiatato, più unito, questo è un po’ più eterogeneo, quindi c’è la difficoltà di riuscire a creare un gruppo, con un’unione, un’idea di gioco, un’identità, cosa che l’anno scorso c’era già”.

IL LAVORO NEL SETTORE GIOVANILE-
“La vittoria di qualcosa, del Viareggio due anni fa, della Coppa Italia l’anno scorso, è un premio un po’ per tutti, un premio per il settore giovanile, per il lavoro che ci sta dietro. La crescita di un ragazzo è un premio per il settore giovanile, per tutto il lavoro, ma diventa più una cosa personale del giocatore: è una cosa diversa, certo che mi emoziono quando vedo i miei ragazzi in campo a San Siro, sono contento per loro soprattutto quando si dimostrano all’altezza, cosa che per fortuna sta succedendo”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Cocco

Alessandro Cocco

Nato e cresciuto in Sardegna, vive attualmente a Roma dove studia storia moderna e contemporanea presso l'Università Sapienza. Tifa Inter fin da bambino, ma segue con attenzione anche il calcio estero dove le sue squadre "simpatia" sono Liverpool, Atletico Madrid ed Hercules Alicante (per l'unico motivo che ad Alicante ci ha vissuto un anno durante il suo erasmus). Scrive anche su bundesligapremier.it