Vanheusden illude, Djoulou condanna l’Inter all’extra time

Articolo di
30 novembre 2016, 16:28
Rivas Pinamonti Primavera

E’ appena terminato il secondo tempo di Inter-Udinese, sfida valida per gli ottavi della TIM Cup Primavera. Dopo lo 0-0 del primo tempo, la ripresa si chiude sul risultato di 1-1: serviranno almeno i trenta minuti dei tempi supplementari per decretare chi passerà il turno

SECONDO TEMPO – Dopo lo 0-0 del primo tempo, l’Inter Primavera scende in campo con una modifica rispetto agli undici iniziali, effettuando già nell’intervallo il primo cambio: fuori Butic, dentro Bakayoko. Al 50′ proprio Bakayoko va al tiro, deviato dalla difesa dell’Udinese, che poi – a portiere battuto – si salva in extremis sulla linea con Vasko. Al 51′ primo cambio per l’Udinese: fuori capitan Variola, dentro Djoulou. La fascia passa a Parpinel. Al 52′ ancora Bakayoko protagonista: atterrato in area di rigore (ammonito Vasko), si guadagna un preziosissimo calcio di rigore. Al 53′ Vanheusden va sul dischetto e segna: Borsellini tocca e manda sul palo, ma la palla finisce comunque in porta per il vantaggio dell’Inter. Al 57′ secondo cambio per Mattiussi: fuori Brunetti, dentro Armenakas. Al 59′ primo giallo anche per l’Inter: ammonito Vanheusden, che ferma in maniera irregolare Halilovic. Al 60′ terzo e ultimo cambio per l’Udinese: fuori Ermacora, dentro Zanetti. Al 61′ pareggia l’Udinese: gol di Djoulou, bravo a sfruttare una deviazione favorevole in area di rigore. Al 66′ secondo cambio per Facchetti Jr, oggi in panchina al posto dello squalificato Vecchi: fuori Emmers, dentro Pinamonti. All’80’, dopo una ciabattata di Pinamonti, Zonta si rende pericoloso sotto porta: respinge l’estremo difensore dell’Udinese. All’81’ terzo e ultimo cambio per l’Inter: fuori Danso, dentro Rivas. Il neo entrato è subito pericoloso all’84’, l’Udinese si salva ancora. Al 90′ l’arbitro Maggioni segnala tre minuti di recupero in cui l’Inter va nuovamente vicino al gol con Zonta al ’92, poi arriva il fischio finale dei tempi regolamentari: Inter e Udinese vanno ai supplementari.

IL TABELLINO

1 INTER – UDINESE 1

MARCATORI: Rig. Vanheusden (I) al 53′, Djoulou (U) al 61′

INTER (4-3-3): 1 Dekic; 2 Mattioli, 5 Gravillon, 6 Vanheusden, 3 Cagnano; 8 Zonta (C), 4 Carraro, 10 Danso (17 Rivas dall’81’); 7 Emmers (22 Pinamonti dal 66′), 9 Butic (21 Bakayoko dal 46′), 11 Bollini.

A disposizione: 12 Mangano, 13 Nolan, 14 Valietti, 15 Lombardoni, 16 Awua, 18 Putzolu, 19 Piscopo, 20 Gaydu, 23 Souare.

Allenatore: Luca Facchetti (Stefano Vecchi squalificato, ndr)

UDINESE (4-1-4-1): 1 Borselini; 2 Serafini, 5 Vasko, 6 Parpinel (C), 3 Ermacora (14 Zanetti dal 60′); 4 Balic; 11 Halilovic, 7 Brunetti (17 Armenakas dal 57′), 8 Variola (20 Djoulou dal 51′), 9 Varesanovic; 10 Garmedia.

A disposizione: 12 Vidizzoni, 13 Geromin, 15 Samotti, 16 Magnino, 18 Bovolon, 19 Paoluzzi, 21 Melissano.

Allenatore: Luca Mattiussi

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco

NOTE – Ammoniti: Serafini (U) al 36′, Vasko (U) al 52′, Vanheusden (I) al 59′; Sostituzioni: Bakayoko per Butic (I) al 46′, Djoulou per Variola (U) al 51′, Armenakas per Brunetti (U) al 57′, Zanetti per Ermacora (U) al 60′, Pinamonti per Emmers (I) al 66′, Rivas per Danso (I) all’81′; Recupero: 0 (PT) e 3′ (ST)

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.